Gomez, i tre motivi per cui l’Atalanta lo ha scaricato

calciomercato atalanta
Papu Gomez - GettyImages

Gomez ai saluti con l’Atalanta: rottura totale tra le parti dovuta a diversi comportamenti dell’argentino non graditi alla proprietà

Rottura insanabile, futuro già deciso, nessuna possibilità di tornare sui propri passi. La love story tra Gomez e l’Atalanta s’è conclusa all’improvviso, senza nessun’avvisaglia che lo annunciasse. Tra una partita e l’altra. Non sono piaciuti alla società alcuni comportamenti dell’argentino. La mancata convocazione contro la Roma, ufficialmente per scelta tecnica, è la conferma che il rapporto, tra calciatore e squadra, è ormai inesistente. La società si è schierata con Gasperini, ha deciso di tutelarne il lavoro e per questo la scelta è stata quella di privarsi dell’argentino e non dell’allenatore. Gomez è sul mercato e a gennaio ci sarà la fila per acquistarlo. Una bella notizia: per l’Atalanta, vorrà dire non svenderlo, nonostante i 32 anni già compiuti.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Gomez, si va verso l'esclusione dai convocati
Gomez, si va verso l’esclusione dai convocati (Getty Images)

Perché Gomez ha rotto con l’Atalanta

Non sono piaciuti alcuni atteggiamenti del Papu, è successo tutto in una settimana. I tre motivi principali sono i seguenti: inno della Juve canticchiato a favore di telecamera mercoledì sera, lo sfogo social di qualche giorno fa in cui, di fatto, annunciava l’addio, quindi la famosa partita di Champions contro il Midtjylland, dove tutto è nato, con lo scontro con Gasperini. La società ha provato a mediare senza successo. Gomez andrà via. Tante sono le squadre pronte ad acquistarlo.

LEGGI ANCHE >>> Che fine ha fatto Ilicic?

Dove andrà Gomez?

Gomez ha una priorità: giocare la Champions. Possibilmente restando a due passi da Bergamo. Milano sembra essere la soluzione ideale. Milan o Inter avrebbero bisogno di uno come lui. Alternative ce ne sono: dal Napoli alla Roma, passando per il Paris Saint-Germain. Tutti vogliono el Papu, tutti vorrebbero uno sconto. L’Atalanta, da questo punto di vista, è stata chiara. Nessun prezzo di saldi.