Milan, Leao ed il gol più veloce: Pioli svela i retroscena

Pioli e Leao
Pioli e Leao - GettyImages

Rafael Leao ha firmato il gol più veloce d’Europa, nel post partita ne ha parlato anche l’allenatore del Milan Stefano Pioli. 

La vittoria del Milan incasellata oggi contro il Sassuolo tiene ben salda la squadra di Pioli in vetta alla classifica di Serie A. Un momento importante per la compagine rossonera, che anche senza Ibrahimovic riesce a tenere alto il ritmo sul campo.

Se non c’è lo svedese, ecco arrivare altri spunti interessanti direttamente dal campo: e cosi è stato Rafael Leao il protagonista del pomeriggio, con la rete più veloce d’Europa. Soltanto 6.76 secondi per trovare il vantaggio contro il Sassuolo.

Un episodio che ha evidentemente condizionato il resto della partita, con la squadra ospite partite con un vantaggio considerevole, avendo un gol all’attivo praticamente fin dall’inizio della partita. Merito non solo dell’attaccante, ma anche di quello che è stato preparato già in fase di allenamento.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Stefano Pioli
Stefano Pioli – GettyImages

Leao, il gol più veloce e la spiegazione di Pioli

Nel post partita il tecnico Stefano Pioli ha provato a sviscerare i temi di casa rossonera dopo la vittoria contro il Sassuolo. Una delle domande poste dallo studio di Sky ha riguardato, ovviamente, anche la rete firmata da Leao.

Lo stesso allenatore ha provato a spiegare come si è arrivata ad una situazione del genere: “Abbiamo quattro-cinque situazioni di calcio d’avvio, le alterniamo. Speri sempre che le cose vadano nel miglior modo possibile, ma pensare di far gol in 6 secondi…“, ha chiarito lo stesso Pioli.

LEGGI ANCHE >>> Genoa, sconfitta fatale per Maran: Preziosi pronto al cambio

Il Milan, dunque, ha lavorato anche per arrivare a firmare quanto accaduto al Mapei Stadium, con Leao abile a sfruttare l’occasione e finalizzare il tutto. “Sono stati bravi i ragazzi a far bene. Non eravamo soddisfatti dei pareggi, giochiamo sempre per vincere”, ha chiosato il tecnico.

Il Milan si impone sul campo, dimostrando di riuscire a tenere il passo anche senza il top player d’eccellenza come Ibrahimovic. Il 2020 si avvia alla fine, e l’obiettivo è quello di terminare l’anno solare in vetta alla classifica, con l’Inter che continua a spingere da dietro.