L’unico step che manca alla Roma per tornare grande

Roma Fonseca
Paulo Fonseca (GettyImages)

Nonostante la crescita evidenziata in campionato, la Roma di Paulo Fonseca non riesce a vincere contro le grandi e subisce tanti gol

L’avvio di stagione della Roma di Fonseca è incoraggiante tuttavia nella prima parte di campionato i giallorossi hanno dato la sensazione di non aver ancora completato il processo di maturità per competere per obiettivi importanti.

I capitolini nonostante il quarto posto in classifica, che oggi darebbe la qualificazione in Champions a distanza di due anni, hanno toppato i confronti principali per compiere l’ultimo importante step per tornare assoluta protagonista.

Fino a questo momento di Paulo Fonseca non ha vinto contro nessuna delle prime dieci in classifica. Un dato abbastanza curioso sui giallorossi, grandi con le piccole ma piccoli contro le grandi.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Roma Fonseca
La Roma ha subito troppi gol contro le grandi (GettyImages)

Roma, Fonseca deve ancora lavorare sui registri negativi

Fonseca si sta levando diverse soddisfazioni. La sua Roma è cresciuta rispetto alla scorsa stagione e in Europa League ha timbrato il passaggio qualificazione in anticipo tuttavia i margini di miglioramento restano enormi.

Scorrendo la classifica di serie A, i giallorossi hanno affrontato sei delle prime dieci in classifica. Edin Dzeko e compagni devono ancora incrociare Inter, Lazio e Sampdoria. I numeri accumulati con gli altri però non sono soddisfacenti.

La Roma finora ha subito 21 reti, comprese le 3 determinate dal giudice sportivo per la gara con l’Hellas Verona. Di queste, addirittura 14 sono concentrate in sole quattro partite. I giallorossi, infatti, hanno incassato 2 gol dalla Juventus, 3 dal Milan e 4 da Napoli e Atalanta. Dati sintomatici di una scarsa tenuta difensiva contro avversarie di calibro.

LEGGI ANCHE >>> Roma, enigma portiere: c’è il nome per risolverlo

E non è questo l’unico neo della Roma di Fonseca perché in questo girone d’andata è stata capace di vincere soltanto contro rivali posizionate nella parte destra della graduatoria.

L’ultimo tonfo è arrivato domenica scorsa, contro l’Atalanta che ha sommerso i giallorossi nel secondo tempo. Prima dei bergamaschi era riuscito a piegare la Roma pure il Napoli.

Con Milan, Juventus e Sassuolo sono arrivati soltanto tre pareggi. Una menzione a parte merita la sfida con l’Hellas Verona chiusa sullo 0-0 in campo ma finita 3-0 sul tavolo del giudice sportivo.