Milan su Jovic, arriva l’improvvisa apertura di Zidane

Zinedine Zidane
Zinedine Zidane -GettyImages

Luka Jovic è uno dei pallini del Milan. In queste ore anche Zinedine Zidane si è esposto sulla possibile cessione. 

Il calciomercato è alle porte, e cosi le speculazioni hanno già cominciato a prendere corpo in maniera consistente. I club si stanno organizzando per quella che sarà una sessione molto particolare, dove i soldi da spendere non saranno tanti.

Vista l’emergenza sanitaria ed i bilanci che hanno visto molti introiti venire meno, bisognerà lavorare anche con tanta fantasia. Prestiti, scambi oppure operazione da pagare a lungo termine. Fatto sta che il calciomercato, nonostante tutto, sarà vivo. Anche perchè sono tante le cose da sistemare, rose da aggiustare e reparti da completare.

In casa Milan si avverte il peso di un ruolo che manca da tempo, ovvero quello di capolista e leader della Serie A. Si farà di tutto per aumentare il livello del parco giocatore a disposizione di Stefano Pioli, in ogni zona del campo.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Luka Jovic
Luka Jovic – GettyImages

Milan-Jovic, Zidane esce allo scoperto

Con Ibrahimovic che tarda a rientrare in campo, il Milan sonda il mercato e guarda anche a quello che sarà il futuro. Al netto dell’esplosione di Leao ed il buon rendimento di Rebic, il club sta valutando anche tutte le possibili occasione che può offrire il mercato.

Un pallino della squadra rossonera porta il nome di Luka Jovic. Già accostato al Milan negli scorsi mesi, il giocatore serbo rappresenterebbe una pedina ideale per il gioco di Pioli ma soprattutto un elemento di assoluto spessore ed esperienza.

LEGGI ANCHE >>> Milik, interesse concreto del Marsiglia: il polacco ha altre due priorità

Non c’è solo il Milan, ovviamente, e proprio per questo Zinedine Zidane è stato chiamato a prendere posizione. Imbeccato proprio sull’argomento Jovic, l’allenatore del Real Madrid non ha escluso che qualcosa possa accadere nel futuro del serbo: “È un giocatore del Real, ma in un minuto può cambiare tutto. Abbiamo bisogno di giocatori come lui, anche se ha giocato poco”.