L’Atalanta si ferma sul più bello, Genoa solido e punto in cassaforte

Atalanta-Genoa
Atalanta-Genoa -GettyImages

Passo falso dell’Atalanta tra le mura amiche, il Genoa conquista un punto prezioso e mette in vetrina anche i nuovi acquisti. 

Quello dell’Atalanta doveva essere il banco di prova, quello dove la squadra di Gasperini doveva dimostrare effettivamente di essere sul binario giusto, dopo mesi ricchi di polemiche e soprattutto la questione legata al Papu Gomez.

L’occasione contro un Genoa in ripresa ma ancora in evidente difficoltà, era sicuramente ghiotta. Eppure, la Dea non è riuscita a concretizzare le occasioni create nel corso della partita. Non poche, va detto, eppure i ragazzi di Gasperini sono andati incontro ad un muro ben strutturato come quello di Ballardini.

Alla fine della partita entrambe hanno portato a casa un punto a testa, che evidentemente fa sorridere più il Grifone rispetto alla squadra nerazzurra. Sia perchè i padroni di casa erano chiamato a dare conferme sul campo, ma anche perchè i rossoblu rappresentavano una preda che nell’ambiente atalantino in molti erano convinti di poter superare senza particolari problemi.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Atalanta-Genoa
Atalanta-Genoa -GettyImages

Il Genoa di Ballardini solido, e i nuovi acquisti ci sono

Il Genoa ha giocato per portare a casa punti, ed alla fine ci è riuscito. Bravo Ballardini a contenere gli avversari, anche se l’Atalanta ha collezionato diverse occasioni che potevano essere concretizzate in maniera diversa.

Da Toloi a Gosens, passando per Muriel e De Roon, diversi nerazzurri si sono cimentati nel provare a colpire la porta difesa da Perin, senza successo. Un punto che fa sorridere, come detto, Davide Ballardini che ha avuto anche modo di testare i nuovi acquisti.

LEGGI ANCHE >>> Fernando Torres sulle orme di Rooney, parte la carriera da allenatore

Bene Strootman, partito dall’inizio e subito pronto nell’andare a contrastare le sortite offensive avversarie. Ben 56′ minuiti giocati dal giocatore olandese, per una prova tutto sommato soddisfacente. In campo nella ripresa anche l’ex Salisburgo Onguene, che ha potuto cosi assaporare il calcio italiano.