Inter, si riapre la pista Gomez: il Papu può partire ‘gratis’

Gomez Papu Atalanta
Inter, si riapre la pista Gomez - GettyImages

Si riapre clamorosamente la pista Inter per il Papu Gomez, cambio di strategia da parte dell’Atalanta in queste ore.

Colpo di scena in casa Atalanta, dopo la situazione di Alejandro Gomez continua a tenere banco ormai da settimane. La rottura tra le parti, come noto, è insanabile e cosi la partenza dell’argentino in questa sessione di mercato sembra ormai scontata.

Nelle ultime ore si è parlato dell’interessamento del Siviglia che, però, non scalderebbe a sufficienza l’animo dell’attaccante. Gomez, infatti, vorrebbe rimanere in Italia, magari anche vicino Bergamo. Il motivo è legato agli affari che tengono il giocatore legato alla città bergamasca.

L’Inter era una delle pretendenti, anche se l’esborso economico che sembrava necessario per soddisfare l’Atalanta, teneva l’affare praticamente bloccato per il club milanese. Qualcosa, però, è cambiato proprio in queste ore.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Gomez riscaldamento
Inter, si riapre la pista Gomez – GettyImages

Gomez-Inter, l’affare si riapre

La destinazione nerazzurra, infatti, sembra essere tornata possibile per il Papu. Il motivo, di fatto, è legato ad un cambio di strategia da parte dell’Atalanta: la dirigenza bergamasca – come riporta Sportmediaset – sarebbe disposta a lasciar partire l’argentino anche senza indennizzo, praticamente gratis.

LEGGI ANCHE >>> Inter, nuova pretendente per Eriksen: dalla Premier una nuova offerta

Nel caso di una squadra non di prima fascia, tra l’altro, la Dea si impegnerebbe anche a pagare la metà dello stipendio da qui al termine della stagione. Non è il caso dell’Inter, ovviamente, che però sarebbe ben disposta ad intavolare l’affare considerato il fatto che non sarebbe più necessario un esborso economico consistente.

Le parti nelle prossime ore si sentiranno per provare a gettare le basi di questa operazione. Gomez-Inter, trattativa riaperta e che adesso fa sognare anche i tifosi nerazzurri, ovviamente quelli di sponda milanese.