Juventus, Di Pardo verso il debutto contro il suo passato

Alessandro Di Pardo Juventus Nazionale
during the International Friendly match between Italy U20 and San Marino U20 on August 8, 2018 in Misano Adriatico, Italy.

Alessandro Di Pardo sta per coronare il suo sogno, debuttare con la maglia della Juventus al fianco dei campioni della prima squadra.

L’occasione è ghiotta: stasera c’è Juventus-Spal, gara valida per i quarti di finale di Coppa Italia, i bianconeri vogliono conquistare la chance di giocarsi in semifinale la vendetta contro l’Inter che in semifinale sarà orfana di Lukaku e Hakimi.

Il calcio sa regalare storie e incroci inaspettati, Di Pardo potrebbe debuttare contro il suo passato perchè Alessandro è cresciuto proprio alla Spal.

Il centrocampista classe ’99 si è formato nel Rimini ma, quando aveva diciassette anni, il suo club è fallito, la Spal ha avuto il coraggio di puntare su di lui, l’ha aiutato quando soffriva la nostalgia di casa, spiaggia e amici e poi ne ha tratto beneficio.

Nel 2017 la cessione in prestito con diritto di riscatto dalla Juventus che diede anche Mattia Vitale alla Spal.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

La scuola della serie C con l’Under 23, l’occhio vigile di Pirlo

Le storie di Portanova, Frabotta e Dragusin dimostrano una scelta aziendale della Juventus: valorizzare l’Under 23, dove era destinato inizialmente Andrea Pirlo prima dell’esonero di Maurizio Sarri.

Alessandro Di Pardo è un giocatore di gamba, impiegato soprattutto da interno di centrocampo ma è un profilo duttile, talvolta è stato schierato da terzino destro (ventisei partite in questo ruolo), la posizione in cui dovrebbe essere schierato stasera da Pirlo facendo rifiatare Cuadrado.

LEGGI ANCHE >>> Juventus, incontro col Sassuolo: 60 milioni sul tavolo

Di Pardo è alla terza stagione in serie C, ha accumulato 64 presenze nell’Under 23 della Juventus tra campionato, play-off e Coppa Italia. Senza la possibilità di cimentarsi in una palestra così complicata, probabilmente oggi non sarebbe pronto per la prima squadra. L’Under 23 ha questa funzione e la Juventus in questa stagione sta iniziando a portare a casa dei vantaggi dalla seconda squadra.