Il braccio di ferro Gattuso De Laurentiis ha una data di ‘scadenza’

Rino Gattuso preoccupato
Gattuso (Getty Images)

La vittoria con lo Spezia non cancella l’ipotesi esonero per Gattuso: braccio di ferro con De Laurentiis con possibile svolta imminente

Un primo tempo senza macchia, una ripresa da dimenticare con il rischio di un’incredibile rimonta. Napoli-Spezia non ha scacciato via le ombre sulla squadra di Gattuso. Ombre che aleggiano anche sul futuro del tecnico che nel post gara non ha risparmiato le polemiche. L’allenatore calabrese ha risposto per le rime a chi gli chiedeva di possibili dimissioni, mandando un messaggio così anche a De Laurentiis.

I contatti del presidente con altri allenatori non hanno certo fatto piacere a Gattuso e così sul Corriere dello Sport si parla di “braccio di ferro strisciante con De Laurentiis”. Un braccio di ferro che potrebbe ancora portare all’esonero nell’immediato: è la gara contro il Parma quella individuata come ‘data di scadenza’ per una decisione del patron azzurro.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

De Laurentiis riflessivo
De Laurentiis (Getty Images)

Napoli, esonero Gattuso: braccio di ferro con De Laurentiis

La sfida contro i ducali di domani è una sorta di dentro o fuori per il Napoli. Niente a che vedere con classifica, forse poco inciderà anche il risultato. E’ il rapporto Gattuso-De Laurentiis che deve essere chiarito per continuare insieme fino a giugno quando con ogni probabilità ci sarà il divorzio.

LEGGI ANCHE >>> Napoli, guai per Gattuso: fasciatura alla caviglia per Mertens

Nell’articolo firmato da Alessandro Barbano si spiega che domenica dovrà arrivare la decisione definitiva. “Arrivare all’Atalanta con l’allenatore in discussione sarebbe un autogol” si legge, perché la semifinale contro i bergamaschi è un crocevia della stagione. Una partita che dà inizio ad un tour de force che si concluderà il 25 febbraio con il ritorno dei sedicesimi di Europa League contro il Granada. Sette gare in 25 giorni che diranno tutto o quasi sulla stagione del Napoli: ed allora occorrerà affrontarle con l’allenatore ben saldo in panchina. Gattuso o chi per lui, ora serve decidere.