Napoli, tegola per Gattuso: perde un elemento a causa del Covid

Napoli Ghoulam positivo Covid
Ghoulam e Gattuso (GettyImages)

Il terzino sinistro algerino Ghoulam è risultato positivo al Covid, lo ha comunicato il Napoli attraverso un post pubblicato su Twitter

Tegola per Gennaro Gattuso alla vigilia della sfida tra Genoa e Napoli. Il tecnico calabrese nel confronto in Liguria dovrà rinunciare al terzino sinistro Faouzi Ghoulam, colpito dal Covid.

Il calciatore pertanto si perderà gli incontri previsti nelle prossime settimane. La fascia sinistra partenopea sarà occupata dunque da Mario Rui, come per altro già successo sempre più spesso pure in questa stagione.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Napoli Ghoulam positivo Covid
Ghoulam (GettyImages)

Napoli, il comunicato: “Ghoulam positivo al Covid, è in isolamento domiciliare”

Il Napoli ha comunicato la positività di Faouzi Ghoulam attraverso il suo profilo Twitter: “Il tampone naso-faringeo molecolare effettuato privatamente, ieri pomeriggio, dal calciatore Faouzi Ghoulam, ha dato come risultato esito positivo al Covid-19.
Il giocatore è asintomatico e osserverà il periodo di isolamento presso il proprio domicilio”.

Ghoulam ha giocato molto poco in questa stagione. Il terzino algerino è rimasto in sei delle ultime sette partite di campionato, giocando pochi minuti invece contro il Cagliari nel primo incontro del 2021. In serie A è sceso in campo da titolare soltanto in una circostanza, contro la Sampdoria.

La notizia della positività di Ghoulam è arrivata poco dopo quella ben più felice della guarigione di Fabian Ruiz. Il centrocampista spagnolo rientrerà per dare il suo supporto alla squadra.

LEGGI ANCHE >>> Napoli, Fabian Ruiz è guarito dal Covid-19!

Ghoulam non parteciperà adesso alla trasferta di Genova in cui il Napoli andrà a caccia della seconda vittoria consecutiva in campionato. I partenopei mercoledì saranno poi impegnati pure nella semifinale di ritorno di Coppa Italia contro l’Atalanta.
Presumibilmente l’algerino si perderà anche le gare successive contro la Juventus (13 febbraio) e con il Granada nell’andata dei sedicesimi di finale di Europa League (18 febbraio).