Gattuso batte la Juventus ed ignora le critiche: “Sti ca**i”

Gattuso esulta
Gennaro Gattuso (Getty Images)

Gennaro Gattuso batte Andrea Pirlo e si aggiudica i tre punti. Napoli-Juventus la decide Lorenzo Insigne su calcio di rigore.

Il Napoli di Gennaro Gattuso batte la Juventus di Andrea Pirlo ed accorcia le distanze in classifica proprio sui bianconeri, distanti ora soli due punti. Gara decisa da Lorenzo Insigne direttamente su calcio di rigore.

Insigne dal dischetto
Napoli-Juve (GettyImages)

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Gattuso nel post gara

Gennaro Gattuso è intervenuto ai microfoni di Sky Sport nel post gara di Napoli-Juventus per analizzare la vittoria dei partenopei. Ecco quanto dichiarato: “Abbiamo fatto la gara che dovevamo fare, questo era un Napoli in grande difficoltà. La Juventus forse meritava qualcosina in più, ma i miei ragazzi hanno saputo soffrire. Questa vittoria ci voleva per alzarci il morale. Adesso speriamo di recuperare qualche giocatore che è infortunato. Siamo corti e ci sono ancora tante partite da disputare. Quest’anno non ho mai avuto a disposizione tutti gli attaccanti. Siamo ancora attaccati alle avversarie in classifica, il merito è dei miei ragazzi. Contro lo Spezia abbiamo fatto una brutta prestazione, abbiamo regalato delle gare agli avversari”.

L’abbraccio di gruppo

“Sul gruppo non ho mai avuto dubbi, altrimenti me ne sarei andato già. Se manca la fiducia dei tuoi calciatori non vai da nessuna parte. Questa è una squadra che mi ascolta, adesso bisogna guardare avanti e vedere cosa succederà”.

L’infortunio di Ospina

“Infortunio Ospina? Il calcio è così, speriamo di non perdere più nessuno d’ora in avanti”.

Poi prosegue: “Un allenatore deve essere giudicato per quello che fa. Non mi va, però, di essere attaccato a livello personale e familiare, quello non lo permetto a nessuno. Se qualcuno pensa che io non possa allenare il Napoli, allora sti ca**i. Sono un dipendente della società, ho rispetto per chi mi paga. Loro faranno le scelte che ritengono più opportune quando lo riterranno più opportuno”.

Sul nuovo look

“Non mi andava di parlare con il mio barbiere, è uno che parla tanto. Così mi sono fatto prestare il rasoio da Valerio Fiori, ma ho fatto un buco sulla guancia destra (ride, ndr)”.

LEGGI ANCHE >>> Pirlo attacca l’arbitro: “Rigore dubbio, andava espulso un calciatore del Napoli”