Milan-Inter, perché Donnarumma batte Handanovic

Donnarumma Handanovic confronto
Donnarumma (Getty Images)

Confronto Donnarumma-Handanovic: il portiere del Milan batte quello dell’Inter. Queste le nostre valutazioni: e le vostre?

Ci sono certe gare che valgono più delle altre, molto più delle altre. Come il derby che domenica alle 15 definirà la supremazia cittadina, ma anche chi sarà la favorita per lo scudetto. Perché le difficoltà palesate dalla Juve anche ieri hanno dimostrato come la stagione 2020-21 può esser davvero Milanocentrica.

Conteranno come ci arriveranno Milan ed Inter, le scelte di Conte e Pioli, le prodezze o gli errori dei singoli.

Ed è per questo motivo che serieanews.it ha scelto la stracittadina meneghina per dare lo start ad una nuova rubrica, quella che confronterà, per le gare più importanti, i grandi protagonisti dei match.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Handanovic Donnarumma confronto
Samir Handanovic (Getty Images)

 

Milan-Inter merita più focus, vista anche la posta in palio. Ed allora partiamo da Donnarumma ed Handanovic. Li confrontiamo con le nostre categorie, quelle che saranno standardizzate per ogni ruolo. Per i portieri ci saranno 4 skills: riflessi, presa, tuffi, passaggi. Ad ogni categoria sarà assegnata una valutazione da una a cinque stelle. Al termine ci sarà la somma delle stelline per capire chi vincerà il confronto.
Partiamo dai riflessi: massimo dei voti per Donnarumma, uno che con i suoi riflessi straordinari riflessi ha tenuto in piedi il Milan più di una volta. Sotto questo punto di vista, impossibile non conferire all’estremo nativo di Castellammare la massima eccellenza. Uno step indietro, invece, Samir Handanovic: grandi riflessi, ma anche qualche incapacità registrata di esser pronto nel momento del bisogno. Sulla presa, invece, siamo pari: quattro stelle a testa sia per l’indiscusso titolare della nostra Nazionale sia per il portiere sloveno. Bravi, molto bravi: non i perfetti interpreti del ruolo.

LEGGI ANCHE >>> Buffon, non le dire (più) certe cose

Nel tuffo, invece, inteso come sintesi di efficacia e tecnica di questa skill per un portiere, siamo dinanzi a due assoluti pesi massimi. Cinque stelle per entrambi e si va avanti. Resta da attenzionare quella skill che va oltre le parate e che sta assumendo valore dirimente: il passaggio, la capacità di lettura dell’azione per partecipare a quella che in gergo si chiama uscita dal basso. Meglio Donnarumma di Handanovic: 4 stelline per Gigio, 3 per Samir, non sempre coinvolto dai suoi compagni. Donnarumma, invece, ha completato un percorso importante (e minato anche da qualche errore in passato) che lo ha condotto ad un livello più alto. Nel complesso abbiamo attribuito 18 stelle su 20 possibili a Donnarumma, 16 ad Handanovic: siete d’accordo con le nostre valutazioni?