Torino, caos covid: a rischio altre due partite

Urbano Cairo in campo
Urbano Cairo (GettyImages)

Sempre più complicata la situazione che vive il Torino, divenuto un focolaio di coronavirus. A rischio stop diversi match di campionato, dopo il rinvio della sfida col Sassuolo. 

Tra otto calciatori e due membri dello staff, nel Torino si contano dieci positivi al coronavirus e, dall’analisi di alcuni tamponi, si è rilevato anche la presenza della variante inglese, quella che più si teme per la sua rapidità di diffusione e la maggiore letalità. Tutti fattori che hanno generato un focolaio e messo in ginocchio la squadra di Davide Nicola, da circa una settimana. Il potere decisionale al momento è nelle mani dell‘Asl, che di recente ha impedito alla squadra di allenarsi, portando tutti a vivere nell’isolamento fino almeno ai prossimi esami.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Focolaio Torino: verso il rinvio anche delle gare con Lazio e Crotone

Davide Nicola parla col suo vice
Davide Nicola Torino (GettyImages)

Soltanto ieri è giunta la prima inevitabile notizia: la sfida contro il Sassuolo, in campionato, è stata rinviata al 17 marzo. Tuttavia pare che non basterà. Affinché la squadra possa riprendere a preparare le sfide e a viaggiare, ci vorranno almeno due settimane, se tutto marcia per il verso giusto, per cui sono a rischio anche le sfide con Lazio e Crotone.

LEGGI ANCHE >>> Juventus e Barcellona su Depay, c’è il terzo incomodo che può bruciare tutti

Secondo quanto riferisce La Gazzetta dello Sport, si attendono i prossimi provvedimenti dell’autorità sanitaria locale per stabilire possibili rinvii, mentre oggi e lunedì ci sarà un nuovo giro di tamponi. In pratica gli ultimi risultati giungerebbero martedì, giorno di Lazio-Torino, e la decisione del rinvio deve arrivare almeno con un giorno d’anticipo, ovvero lunedì. Per tale ragione, la sfida quasi sicuramente non sarà disputata. A rischio anche la successiva col Crotone, poiché l’indicazione dell’Asl è stata chiara: rimanere a casa fin quando il focolaio non si sarà spento.