Separazione decisa: il Milan fissa il prezzo per la cessione

Paolo Maldini
Paolo Maldini (Getty Images)

Tutto lascia pensare ad un possibile addio anticipato: il Milan non smentisce e fissa il prezzo per la cessione del rossonero

La certezza è rappresentata dalla panchina di domenica sera contro la Roma e dalla buona prestazione del suo sostituto, Tomori. Alessio Romagnoli ha perso tutte le sue certezze con i 90 minuti da panchinaro all’Olimpico. Una decisione che arriva dopo prestazioni sotto tono e che, nonostante la società e Pioli abbiano gettato acqua sul fuoco, ha sollevato un polverone mediatico.

Bocciatura che prelude all’addio? Ipotesi tutt’altro che remota visto che il contratto del capitano del Milan scadrà tra 15 mesi e la trattativa per il rinnovo è ancora lontana dalla conclusione. Le parti sono distanti: Romagnoli, che attualmente guadagna circa 3,5 milioni di euro, chiede, tramite il suo agente Mino Raiola, un adeguamento fino a circa 6 milioni di euro. Difficile su queste basi pensare ad un prolungamento del contratto ed allora l’idea di un addio si fa concreta. Ma a fine stagione o a scadenza di contratto?

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Alessio Romagnoli di spalle
Romagnoli (Getty Images)

Milan, fissato il prezzo di Romagnoli

All’età di 26 anni Alessio Romagnoli vuole fare il salto di qualità, sia dal punto di vista tecnico che economico. Un’idea che potrebbe però portarlo lontano dal Milan che attualmente più che sul suo rinnovo è impegnato su quelli di Donnarumma e Calhanoglu. Proprio il portiere ha ereditato domenica la fascia da capitano, lasciando presagire una possibile investitura futura.

LEGGI ANCHE >>> Milan, allarme infortuni: il piano di Pioli in vista dell’Udinese

Così, secondo quanto riportato da ‘Gazzetta.it’, il Milan avrebbe già deciso il prezzo dell’eventuale cessione di Romagnoli. Si parla di venti milioni di euro, una cifra che consentirebbe al club una discreta plusvalenza e metterebbe fine ad un caso che, dovesse non arrivare il rinnovo, potrebbe poi generare più di un problema il prossimo anno. Così l’addio potrebbe essere la scelta migliore, senza considerare che il club avrebbe già il sostituto: con 28 milioni di euro i rossoneri potrebbero riscattare Tomori dal Chelsea e l’inglese ha dato prova di essere pronto per la maglia da titolare.