Serie A, i dieci migliori giocatori di febbraio: per Ronaldo non c’è spazio | ANews

Lukaku Handanovic Muriel migliori serie a
Lukaku, Handanovic e Muriel (Foto da Getty Images)

L’Inter domina nella nuova rubrica di SerieANews, la top 10 del mese. A Febbraio la squadra di Conte ha realizzato il sorpasso al Milan e vinto tutte le gare di campionato.

Dieci giocatori che hanno convinto di più, pescheremo in tutti i reparti perchè il calcio è uno sport di squadra, non è detto che sia l’attaccante il migliore.

Il criterio è l’incidenza, la capacità di determinare i risultati della propria squadra, anche il peso simbolico per i compagni, il ruolo di trascinatore per la leadership tecnica o per la mentalità che mette in mostra in campo.

Il contributo di Cristiano Ronaldo è sempre importante, a febbraio ha segnato quattro gol con una doppietta al Crotone ma, a differenza per esempio di Lukaku, nei momenti più complicati (come per esempio a Napoli) non è riuscito a trascinare i suoi, perciò non trova spazio nella nostra top 10.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Inizia il countdown, partiamo con Maggiore e Barak

10. A febbraio lo Spezia ha battuto il Sassuolo e il Milan, risultati prestigiosi dopo aver superato già il Napoli e la Roma in Coppa Italia. Giulio Maggiore, capitano e centrocampista di spessore della squadra di Italiano, ha vissuto da protagonista entrambe le gare. Contro il Milan ha fatto gol, nella rimonta contro il Parma Maggiore ha realizzato l’assist per il primo gol di Gyasi, era andato anche di nuovo a segno ma la rete è stata annullata per fuorigioco di Bastoni.

9. Antonin Barak è il giocatore più prolifico del Verona, con 6 gol stagionali. Durante il mese di febbraio ne ha segnati due, entrambi decisivi, prima per la vittoria contro il Parma e poi il pareggio contro la Juventus. Barak li ha realizzati di testa con degli stacchi imperiosi che hanno fulminato Sepe e Szczesny.

8. Barrow a febbraio ha fatto il carico di qualità e rapidità al servizio del Bologna che, quando attacca, sa far male all’avversario. C’è il suo zampino in tutte le gare: doppietta al Parma, assist contro Sassuolo e Lazio e contro il Benevento ha propiziato il gol di Sansone con il tiro respinto da Montipò.

7. Eriksen in campionato ha giocato otto gare da titolare, non era mai accaduto che ne giocasse due di fila, a febbraio ne ha giocate addirittura tre consecutive, conquistando la tanto agognata continuità. Nel ruolo di mezzala sinistra Eriksen fornisce qualità, aiuta Brozovic a trovare nuove linee di passaggio e così l’Inter nell’uscita dalle retrovie ha più soluzioni.

LEGGI ANCHE >>> Inter, la presenza a Milano che sancisce l’addio all’Inter

6. Cristian Romero che interpreta in maniera perfetta le richieste di Gasperini, cerca sempre l’anticipo, è bravissimo nei duelli e ogni tanto trova anche il gol, come accaduto contro il Napoli.

Federico Chiesa festeggia
Federico Chiesa (Getty Images)

Sansone e Chiesa a un passo dal podio

5. Nicola Sansone ha fatto tutto a febbraio, finora ha realizzato due gol e due assist stagionali, tutti nel corso del mese appena terminato. Due assist nella vittoria di Parma, gol contro il Benevento e girata fantastica su assist di Barrow contro la Lazio.

4. Federico Chiesa è il “salvavita” della Juventus, l’ha fatto in Champions League contro il Porto e in generale in un momento molto complicato, viste le assenze di Dybala e Morata, ha dato continuità alle prestazioni. A Napoli è stato il migliore della Juventus, a Verona ha servito l’assist a Cristiano Ronaldo. 

3. In tutte le gare disputate dall’Atalanta a febbraio in campionato c’è lo zampino di Muriel, autore di tre gol e tre assist contro Torino, Cagliari, Napoli e Sampdoria. Alcune reti sono anche molto belle, sia quella al Napoli che a Cagliari. È la più grande risorsa dell’Atalanta in questa stagione, sia da subentrante che quando gioca dall’inizio della partita.

LEGGI ANCHE >>> “Sei in malafede”: Di Canio ancora contro Lukaku, reazioni furiose

2. L’Inter ha subito un solo gol nelle ultime sette gare di campionato, ci sono anche i meriti di Samir Handanovic, decisivo soprattutto nella vittoria nel derby con tre parate decisive. A febbraio Handanovic ha subito una sola rete contro la Lazio, una punizione di Milinkovic Savic deviata da Escalante. In quella partita anche c’è il suo forte contributo alla causa nerazzurra.

1. Lukaku finora è il re del campionato anche se Cr7 è un gol davanti in classifica marcatori. L’attaccante belga a febbraio è stato il trascinatore della cavalcata dell’Inter, con quattro gol e tre assist. Romelu ha preso l’Inter sulle spalle e l’ha trascinata nell’assalto alla porta avversaria, rinnovando l’intesa con Lautaro Martinez e guidando anche gli attacchi in ampiezza, soprattutto con le progressioni di Hakimi a destra.