Serie A, la cronaca di Parma-Inter 1-2

L'Inter esulta al gol
Inter (GettyImages)

Alle 20.45 luci accese allo stadio Tardini per il posticipo del turno infrasettimanale di Serie A, scendono in campo Parma ed Inter.

Prime prove di fuga per l’Inter di Antonio Conte. Il pareggio del Milan contro l’Udinese è l’occasione ghiotta da cogliere al volo, con i nerazzurri chiamati a trovare risposte sul campo e proseguire il proprio percorso verso lo Scudetto. I tre punti restano l’obiettivo primario in ogni partita, ma stasera la possibilità di allungare ancora sul Milan rappresenta una marcia in più importante per i ragazzi di Conte.

Di fronte c’è il Parma di D’Aversa, che ha altrettanto bisogno di punti. I ducali, ad oggi, sono penultimi in classifica e la salvezza è l’obiettivo che la dirigenza chiede alla squadra. La lotta è assolutamente agguerrita, con Torino, Cagliari e Crotone che ad oggi sono incluse in via diretta in questa complicata corsa per la permanenza in Serie A.

Il Parma arriva da due pareggi consecutivi, il che di per sé rappresenta un piccolo segnale positivo. Manca ancora, però, la vittoria che consentirebbe ai gialloblu di respirare un po’ di aria fresca. Vincendo stasera, tra l’altro, porterebbe i ducali a due punti dalla terzultima (il Torino) ma soprattutto a soli tre punti dal Cagliari che è la prima squadra fuori dalla zona rossa della classifica.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Parma-Inter, le probabili formazioni

D’Aversa deve fare i conti con tante indisponibilità. Tra i convocati, infatti, non ci compaiono Gervinho, Zirkzee, Cornelius e Conti. In avanti dovrebbero essere confermati  Karamoh e Mihaila, con Kucka che agirà sulla trequarti.

PARMA (4-3-1-2): Sepe; Busi, Osorio, Valenti, Pezzella; Hernani, Brugman, Kurtic; Kucka; Karamoh, Mihaila.

LEGGI ANCHE >>> Juventus, l’importanza di Morata e le perplessità offensive

Conte è pronto a confermare la formazione migliore, quella che consente al tecnico di avere maggiori garanzie. Ballottaggio in avanti tra Sanchez e Lautaro, mentre a centrocampo ancora Eriksen titolare, con Barella e Brozovic.

INTER (3-5-2): Handanovic; Skriniar, de Vrij, Bastoni; Hakimi, Barella, Brozovic, Eriksen, Perisic; Sanchez, Lukaku.