Il rinnovo non è una priorità: il messaggio di Vlahovic

Vlahovic esulta per tripletta
Vlahovic (Getty Images)

Dusan Vlahovic ha rilasciato una lunga intervista al Corriere dello Sport dove si è soffermato sul suo momento in maglia viola

Dusan Vlahovic è tra le sorprese del campionato di quest’anno con 12 goal nelle 26 presenze con la maglia della Fiorentina. L’attaccante è diventato tra i calciatori fondamentali per Prandelli nella rincorsa alla salvezza.

Il serbo aveva impressionato già ai tempi della Primavera viola: con 11 goal in 13 presenze nel 2018/19. Vlahovic ha lasciato una lunga intervista al Corriere dello Sport dove ha parlato del suo rapporto con la squadra gigliata:

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Vlahovic e Ribery esultano
Vlahovic e Ribery (Getty Images)

”Devo tutto a Prandelli”

”A Firenze sto bene, mi amano. Sono arrivato ragazzino e mi ritrovo uomo. Prandelli? Devo tutto a lui e alla fiducia che la società mi ha riservato. Il mister mi ha dato fiducia, facendomi giocare  in un momento difficile per me. Spero di dare una mano nel portare più punti possibili. Quando Prandelli mi parlò dopo il suo arrivo, dentro di me dissi: ricominciamo da capo, ora devo dare il duemila per cento”.

LEGGI ANCHE >>> Fiorentina attenta, Vlahovic potrebbe essere il tuo nuovo Chiesa: Roma e Milan alla finestra

Vlahovic si è soffermato anche sul futuro e sul paragone con Ibrahimovic: ‘‘Rinnovo? Ho un contratto con la Fiorentina fino al 2023. Ci sarà tempo e modo più avanti per discuterne. Adesso sto solo pensando alle undici finali che ci aspettano. Paragone con Ibra? I paragoni non mi sono mai piaciuti, ma essere accostato ad un fuoriclasse come lui è un onore e allo stesso tempo una responsabilità. Un ragazzo come me deve comunque mantenere sempre equilibrio perché c’è il pericolo di perdersi e bruciarsi”.