Pioli ieri ha perso le staffe: rabbia e insulti a Solskjaer

Pioli a bordo campo
Stefano Pioli (Getty Images)

Il Milan a fine partita è parso nervoso e deluso per l’eliminazione dall’Europa League, le telecamere hanno intercettato un battibecco tra Pioli e Solskjaer tra complimenti, rabbia e insulti.

Il gol di Pogba ha mandato il Manchester United ai quarti di finale, alle 13 il sorteggio per conoscere la prossima avversaria dei Red Devils.

A fine partita Pioli è parso piuttosto nervoso per l’eliminazione e la settima sconfitta rimediata nel 2021 (otto quelle stagionali) e ha avuto un confronto acceso con Solskjaer.

L’allenatore norvegese ha esclamato: “Good team” quando Pioli si è avvicinato, il tecnico rossonero non l’ha presa bene e ha risposto: “Good team un ca…. somaro, cogl… che non sei altro”.

Storie di campo, in cui prevale ancora l’adrenalina e la rabbia per la sconfitta. Il clima è diventato teso già durante la gara per le perdite di tempo del Manchester United, che difendeva l’1-0.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Ibrahimovic Milan Manchester United
Zlatan Ibrahimovic (Getty Images)

Ibrahimovic non molla: “Proviamo a vincere il campionato”

L’unica notizia positiva dopo la sconfitta contro il Manchester United per il Milan è il ritorno di Zlatan Ibrahimovic.

L’attaccante rossonero, rientrato anche in Nazionale, nonostante il -9 in classifica dall’Inter, non molla e trasmette carica allo spogliatoio e all’ambiente: “Voglio giocare per vincere qualcosa, siamo secondi, bisogna continuare così per provare a vincere il campionato. Arrivare in Champions è bello ma l’obiettivo è vincere un trofeo”.

Il mondo Milan guarda con preoccupazione alle inseguitrici per blindare la zona Champions, Ibra, invece, continua ad inseguire l’Inter

Ibra si è soffermato anche sulla mentalità della squadra: “La squadra crede in quello che sta facendo. Nessuno vuole perdere in allenamento, ho portato la mentalità vincente. Tanti sono migliorati anche individualmente, si prendono la responsabilità, hanno capito cosa bisogna fare per essere al top”.

Ibrahimovic contro il Manchester United ha disputato una intensa mezz’ora di gioco, domenica a Firenze sarà probabilmente l’unico attaccante a disposizione e Pioli probabilmente lo schiererà al centro del reparto offensivo.

Ibra non gioca titolare dal 28 febbraio, quando il Milan sbancò l’Olimpico battendo 2-1 la Roma. La sua assenza si è avvertita tanto, del resto i numeri parlano chiaro: 16 gol e 2 assist, considerando tutte le competizioni.