Juventus, reparto azzerato: non ne resterà neanche uno

Andrea Agnelli con la mascherina
Agnelli (Getty Images)

Possibile rivoluzione estiva per la Juventus: c’è un reparto che nel prossimo anno potrebbe essere totalmente cambiato

Via tutti e non è un modo di dire. La sconfitta contro il Benevento ha aperto in maniera definitiva il processo in casa Juventus. Tutti in discussione, partendo da Paratici e arrivando a Pirlo e ai calciatori. La società si è affrettata a confermare il tecnico ma è chiaro che se il finale di stagione dovesse essere deludente, anche per la panchina potrebbero esserci importanti novità in estate.

Lo stesso periodo che potrebbe vedere un reparto cambiare completamente volto: come si legge su ‘TuttoSport’ tutti e tre gli attaccanti potrebbero lasciare la Juventus, spingendo la società ad una vera e propria rivoluzione offensiva. Di Ronaldo e Dybala si sa ormai quasi tutto. Il portoghese spinge per il ritorno al Real Madrid e la Juventus, dovessero esserci le giuste condizioni, non farebbe nulla per trattenerlo. Per Dybala, invece, il rinnovo è fermo e senza prolungamento l’addio a fine anno sarebbe una certezza.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Abbraccio Ronaldo Morata
Morata e Ronaldo (Getty Images)

Juventus, non solo Dybala e Ronaldo: anche Morata via

Non ci sono certezze, invece, su Alvaro Morata. In prestito con diritto di riscatto, la Juventus ha la facoltà di prolungare di un anno il prestito a fronte di una spesa di 10 milioni di euro. Anche questa, che era la soluzione più probabile, è ora messa in discussione. La Juventus non vuole sbagliare le mosse ed allora anche lo spagnolo da qui a qualche mese potrebbe lasciare nuovamente Torino.

LEGGI ANCHE >>> “Pirlo colpevole perfetto”, il piano della Juventus ‘smascherato’

L’idea che ne viene fuori è un attacco completamente rivoluzionato con i possibili arrivi di Milik e Kean, nomi seguiti da tempo ai bianconeri. E’ il momento delle decisioni per la Juventus: da Paratici a Pirlo, da Ronaldo a Morata e Dybala, si prospetta una rivoluzione bianconera.