L’Italia parte col piede giusto ma Mancini ha qualcosa da recriminare

Roberto Mancini da bordocampo
Roberto Mancini (GettyImages)

L’Italia supera per 2-0 l’Irlanda del Nord nel primo match verso Qatar 2022, ma Roberto Mancini ha bacchettato i suoi. 

Un avvio positivo quello dell’Italia che con la vittoria conquistata stasera contro l’Irlanda parte col piede giusto in questa corsa verso il Mondiale Qatar 2022. Primi tre punti in cassaforte per il girone che al momento vede gli azzurri in testa insieme alla Svizzera che ha battuto la Bulgaria. Tutto come da programma, insomma, almeno per quelle che erano le aspettative sulla nazionale italiana.

Il successo è arrivato con convinzione, concretizzato nel primo tempo grazie alle reti di Domenico Berardi e quella di Ciro Immobile suonata quasi come una liberazione, per stessa ammissione dell’attaccante della Lazio. Un reparto offensivo che lascia ben sperare già in vista del prossimo Europeo, anche se manca ancora tanto tempo e per Mancini i prossimi impegni serviranno anche per valutare chi sarà già pronto per la prossima sfida europea.

Nel frattempo ci si gode la vittoria, nel segno di una nazionale cinica ma che nella ripresa ha concesso qualcosa di troppo. Donnarumma sempre attento, ma anche gli avversari poco precisi sotto porta hanno aiutato gli azzurri a non subire reti. Però, da parte del commissario tecnico, c’è qualcosa da recriminare.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Roberto Mancini da bordocampo
Roberto Mancini (GettyImages)

Italia, Mancini bacchetta sul secondo tempo

“Il primo tempo è stato ottimo, il secondo lo rivediamo perchè potevamo fare meglio”, le parole di Roberto Mancini ai microfoni di Rai Sport che, nonostante la vittoria, ci ha tenuto a puntualizzare sul fatto che non è stata una serata perfetta e senza sbavature. C’è ancora tanto su cui si deve lavorare.

LEGGI ANCHE >>> Milan, per il colpo a effetto è previsto uno “sconto”

“Nel secondo tempo abbiamo tenuto più palla e a farla girare meno veloce ma dopo cinque mesi ci può anche stare”, ha spiegato il tecnico che ha poi proseguito: “Pellegrini e Locatelli hanno fatto un’ottima partita. L’Irlanda del Nord è una squadra molto fisica. Nel secondo tempo noi abbiamo sbagliato un po’ troppo ma, ripeto, ci sta”.

Insomma, Mancini ha ben chiaro che non è tutto oro quello che luccica. Bee il risultato, ma nelle prossime partite servirà correggere quelle sbavature viste al Tardini.