Svolta (a sorpresa) per la Serie A e i diritti tv: annunciato l’accordo

Tabellone Serie A
Tabellone Serie A (GettyImages)

Svolta importante per la Serie A ed i diritti tv venduti negli Stati Uniti, in queste ore è stato annunciato l’accordo. 

Il mondo della televisione continua ad avere mutazioni costanti. La fruizione di prodotti audiovisivi è in evoluzione da anni, ed il tutto si sviluppa anche in concomitanza con quella che è l’innovazione tecnologica, che puntualmente fornisce ai fruitori novità e nuove modalità di utilizzo. E cosi l’avvento di Netflix, ma anche Amazon con il suo Prime ed ancora Disney+, il tutto volto a creare un mondo dell’intrattenimento corposo e soprattutto godibile per lo spettatore.

Difficile pensare di poter avere accesso a tutti i servizi streaming, ed allora l’utente è costretto a scegliere e da lì nasce la grande competizione che non prevede assolutamente monopolio. Anzi, quello a cui stiamo assistendo da anni è una stratificazione del mercato, dove ognuno ha voglia di ritagliarsi uno spazio.

E lo sport? Il calcio? L’avvento di Dazn ha di sicuro dato un’apertura (parziale) al mondo del web, con la piattaforma inglese che ha fatto capolino nel mondo del pallone, andando ad acquistare una fetta minoritaria ma pur sempre importante dei diritti tv della Serie A. Non solo, vista l’offerta che l’emittente rende disponibile ai proprio spettatori.

Ma Dazn resta, in fin dei conti, una piattaforma dedicata principalmente ad un settore specifico, ovvero quello del calcio e dello sport. La direzione, anche nel mondo dello streaming, sembra stia andando in una direzione diversa ma ben precisa, e negli USA lo stanno già assaporando.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Luigi De Siervo in posa
De Siervo (Gettyimages)

Serie A, accordo storico per i diritti tv negli USA

E di oggi, infatti, la notizia di un accordo importante firmato proprio per la cessione dei diritti tv della Serie A negli Stati Uniti d’America. A chi sono andati? Occhio, perchè ad acquistarli è stata – come annunciato anche da Luigi De Siervo – la CBS, appartenente al gruppo Viacom. Di fatto, non sarà più ESPN a distribuire il calcio italiano negli states.

Ma la svolta è arrivata per un altro motivo, riguardante la distribuzione delle partite. Il campionato di Serie A, infatti, verrà reso disponibile attraverso la piattaforma Paramount+, il nuovo servizio streaming che porta il nome della nota casa di produzione cinematografica.

La novità e come cambia il calcio e lo streaming

Insomma, una novità di sicuro interessante. La piattaforma, infatti, ha l’obiettivo di poter vantare svariati contenuti, tra cui anche il calcio. Ma, ovviamente, punto forte di Paramount+ restano i film e le serie tv sia vecchie ma anche di nuova produzione.

LEGGI ANCHE >>> Juve, Marchisio spiazza i tifosi: “Benzema a un passo”

Un po’ come se Netflix, per intenderci, acquistasse i diritti della Serie A. Un primo passo in questa direzione l’ha fatto Amazon, che dal prossimo anno renderà disponibili alcune partite della Champions League. Già da adesso, per la verità, l’azienda di Jeff Bezos, attraverso la sua piattaforma streaming, ha reso disponibili diversi eventi sportivi. Chiaro che negli states il passo è stato importante, con Paramount che vuole sfidare in maniera aperta tutte le altre rivali.

Il servizio arriverà anche in Italia? No, non adesso almeno. La questione dei diritti non riguarda soltanto il calcio, ma anche altri prodotti Paramount ad oggi sono di proprietà di altre realtà che hanno la possibilità di distribuirli ancora per un po’ di tempo. Paramount+, dunque, ad oggi resta negli USA ma che il mercato dello streaming stia cambiando direzione sembra ormai più che evidente.