Milan, linea verde per il vice Ibra

Maldini e Massara
Maldini e Massara (Getty Images)
Per il ruolo di vice Ibra la dirigenza del Milan sta pensando a Vlahovic o a Nuñez del Benfica, mentre Mandzukic può salutare
Strategie per il futuro in casa Milan. I rossoneri sono alle prese con il rush finale per centrare un’importantissima qualificazione in Champions League e contemporaneamente stanno lavorando ai rinnovi di tre pilastri come Donnarumma, Calhanoglu e il leader della squadra Zlatan Ibrahimovic.
C’è pero, all’interno della rosa meneghina, un altro calciatore in scadenza a giugno, quel Mario Mandzukic che doveva rappresentare un’arma per l’attacco e che però dal suo arrivo a gennaio è stato per la maggior parte del tempo fermo ai box per problemi fisici.
Si è parlato di una clausola nel suo contratto relativa al rinnovo in caso di Champions, ma, stando a quanto riferisce ‘Calciomercato.com’, questa sarebbe solo facoltativa. Con il Milan che potrebbe dunque decidere di andare alla ricerca di un profilo di maggiore prospettiva per il ruolo di vice Ibra (sempre che lo svedese decida di restare un’altra stagione).
Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!
Vlahovic
Dusan Vlahovic (Getty Images)

Milan, Vlahovic o Nuñez come vice Ibra

Paolo Maldini e Frederic Massara, riporta ‘La Gazzetta dello Sport’, starebbero allora ragionando su una serie di giovani talenti per l’attacco e non solo, in piena continuità con quella linea verde che sta perseguendo il Milan sotto la proprietà del fondo Elliott.
Per quanto riguarda il reparto avanzato piacerebbe tantissimo, e non è una novità, il centravanti della Fiorentina Dusan Vlahovic. 21 anni, cresciuto nel mito di Ibra, è probabile che per il serbo Rocco Commisso possa chiedere una cifra consistente, considerati anche i 12 gol fin qui siglati in campionato. L’alternativa potrebbe essere Darwin Nuñez del Benfica: 22 anni da compiere, già nel giro della nazionale uruguaiana.
Altri nomi presenti nel taccuino della coppia Maldini-Massara sarebbero il difensore Matteo Lovato, classe 2000 che si è fatto apprezzare quest’anno nel Verona, e quelli di due centrocampisti francesi del ’99: Imran Louza del Nantes e Boubakary Soumaré, che ha affrontato i rossoneri in Europa League con la maglia del Lille.
Ma si punterebbero anche profili ancora più futuribili, come il portiere Maarten Vandevoort, 19 anni e già titolare nel Genk, il difensore 18enne del Fortuna Dusseldorf Jamil Siebert e il centrocampista 16enne Vasco Walz, stellina dell’Under 17 del Borussia Dortmund, con il contratto in scadenza a giugno.