La porta del Milan avrà un nuovo proprietario

Maldini al telefono
Maldini (Getty Images)

Il Milan tiene sotto stretta osservazione la situazione dei portieri. Un papabile per il futuro è stato già avvicinato dal club rossonero. 

In casa Milan tiene banco, ormai da mesi, il rinnovo di Gigio Donnarumma. Per il portiere ci sono gli occhi “indiscreti” di tanti club importanti sparsi in giro per l’Europa, disposti a mettere le mani in maniera concreta per l’estremo difensore rossonero. La verità è che bisogna aspettare, e capire concretamente se il Milan riuscirà a trovare l’inteso per il rinnovo di contratto.

Ad oggi, va detto, sembra non ci siano stati passi avanti decisivi. Di nero su bianco non c’è nulla, e non arrivano segnali particolarmente incoraggianti per il futuro. Decisamente diversa, ad esempio, la situazione di Zlatan Ibrahimovic per il quale Maldini ha di fatto annunciato il rinnovo di contratto. Anche su Calhanoglu indiscrezioni parlano di passi avanti, mentre per Donnarumma tutto tace. Ecco perchè la sensazione è che il divorzio a fine anno possa davvero concretizzarsi.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Antonio Mirante in campo
Antonio Mirante (GettyImages)

Milan, già individuato il portiere del prossimo anno

Insomma, la questione portiere in casa Milan è particolarmente delicata. Il club, ovviamente, si sta guardando intorno anche se non è facile andare a sostituire un estremo difensore importante come Donnarumma.

LEGGI ANCHE >>> Il Napoli é scientificamente come il Manchester City

Ma la società rossonera, nel frattempo, pare si sia mossa in maniera concreta per ingaggiare un portiere. Antonio Mirante, infatti, è finito nel mirino del Milan  – riporta Sky Sport – e pare sia stato individuato come soluzione interessante per il futuro. Non come titolare, probabilmente, ma come secondo che possa portare esperienza e personalità all’interno dello spogliatoio.

Mirante (oggi titolare contro il Bologna) ha il contratto in scadenza a giugno, e dunque sarebbe una soluzione ideale anche per non spendere cifre importanti che potrebbero essere investite proprio per il titolare. Insomma, le prossime settimane anche in questo senso saranno decisive.