Superlega, il City torna indietro e Ceferin si complimenta

Aleksander Ceferin in tribuna
Aleksander Ceferin (GettyImages)

Dopo la notizia del dietrofront del Mancheste City nell’ambito Superlega, il presidente Ceferin ha riaccolto i citizens. 

La notizia dell’addio del Manchester City alla Superlega ha nuovamente scosso il mondo del calcio. La neo competizione formata da una parte dei maggiori top club europei è stata fortemente minacciata con l’annuncio dei citizens, e cosi ad ora sembra davvero difficile che il tutto possa trovare concretezza.

Le prossime ore saranno ovviamente decisive per capire se ci saranno anche altri club pronti a seguire il City, ma pare proprio di si. Il Chelsea, infatti, pare sarà il secondo club ad annunciare l’addio alla Superlega. E nelle prossime ore potrebbe emergere il secondo comunicato ufficiale.

Insomma, una situazione molto tesa che è andata assumendo contorni ben precisi con il passare delle ore. Parole molto dure da parte di Uefa e Fifa, delle comunità internazionale, di calciatori e i tifosi. I club hanno, cosi, cominciato a prendere in considerazione proprio l’eventualità di rivalutare la propria partecipazione alla Superlega.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Superlega
Striscione contro la Superlega (GettyImages)

Superlega, il City fa dietrofront: i complimenti di Ceferin

E’ essere stato molto duro nei confronti della competizione organizzata ed annunciata in queste ore, il presidente dell’Uefa Ceferin ha accolto con grande piacere la notizia del dietrofront del Manchester City.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato, Sarri sta già immaginando come rilanciarsi

“Sono lieto di dare al Manchester City il bentornato nella famiglia del calcio europeo. Hanno mostrato grande intelligenza nell’ascoltare le molte voci, soprattutto quelle dei propri tifosi che hanno evidenziato la vitale importanza che ricopre l’attuale intero sistema del calcio europeo”, ha dichiarazioni il numero uno dell’Uefa.

“Come ho detto al congresso Uefa, serve coraggio ad ammettere un errore ma non ho mai dubitato sul loro uso del buon senso nel prendere questa decisione. Il City – ha spiegato Ceferin – è una vera risorsa per il gioco e sono lieto di lavorare con loro per un futuro migliore per il calcio europeo”.