Anche Guardiola attacca la Superlega: “Così non è sport”

La 'gufata' di Adani al
Guardiola (GettyImages)

Il tecnico del Manchester City Guardiola si è mostrato critico nei confronti della Superlega che secondo lui cancella l’essenza dello sport

Prima della partita contro l’Aston Villa, Pep Guardiola si è espresso in conferenza stampa sul nascente Superlega.
L’allenatore del Manchester City ha preso la parola e naturalmente è stato incalzato proprio sul terremoto che ha stravolto il calcio a partire dalla giornata di domenica.

Si tratta di qualcosa nello stato embrionale, la realtà è questa. Giocheremo in Champions League nella prossima settimana con la volontà di raggiungere la finale e nella prossima stagione giocheremo le competizioni europee perché ce lo siamo meritati sul campo. Ai giocatori dico che dovranno mantenere la concentrazione sulla partita con l’Aston Villa“.
Poi ancora: “Della Superlega devono parlare le persone giuste. Hanno l’obbligo e il dovere di chiarire qual è la situazione e perché hanno preso questa decisione. Perché l’Ajax ha vinto diverse Champions e non ci sarà? Dovranno chiarirlo prima di tutto a tutti noi. Ogni club difende la propria posizione e ognuno fa i propri interessi. Anche l’Uefa ha fallito. Avrebbero dovuto avere dei colloqui in precedenza. Non ho tutte le informazioni a riguardo per esprimere una mia opinione, non è che non voglia rispondere. Mi sono sempre esposto davanti a ogni tema. Di queste cose dovrebbe parlare il presidente”.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Superlega Guardiola
Guardiola e Tuchel (GettyImages)

Superlega, Guardiola: “Non c’è sport quando il rapporto tra sforzo e successo non esiste”.

Pep Guardiola ha chiesto quindi chiarezza per poter poi esprimere il proprio punto di vista. “Il presidente di questa nuova commissione dovrebbe parlare al mondo spiegando il motivo di questa decisione. Io sostengo il mio club ma ho anche una mia opinione. Non c’è sport quando il rapporto tra sforzo e successo non esiste. Sarò più chiaro quando avrò tutte le informazioni. Per me, come per Jurgen (Klopp) e Thomas (Tuchel) e tutti i dirigenti delle sei squadre inglesi risulta difficile rispondere in questo momento perché non abbiamo tutte le informazioni a riguardo”.

LEGGI ANCHE >>> Napoli in Superlega: De Laurentiis rompe il silenzio

Nei mesi scorsi, Guardiola si era espresso in toni negativi sulla nascita di una Superlega che inglobasse tutte le superpotenze del pianeta. Il tecnico catalano, ora, prima di ribadire il suo pensiero spera di avere altre indicazioni in base alle quali valutare tuttavia non si è nascosto ribadendo che l’essenza dello sport è la competizione. Lavoro e sacrifici sono alla base. Il Manchester City in questo momento comanda la classifica della Premier League con otto punti di vantaggio sui cugini dello United a sei giornate dalla fine del campionato.