Superlega, Juventus e Real Madrid nei guai: l’Uefa può stangarle

Aleksander Ceferin
Aleksander Ceferin (GettyImages)

Il Consiglio dell’Uefa può escludere Juventus e Real Madrid dalle coppe europee: entrambe ritenute principali organizzatrici della Superlega

Clima di grande attesa per il consiglio straordinario dell’Uefa in programma per oggi a mezzogiorno. Si valuterà il caso dei club dissidenti, che domenica scorsa hanno minacciato la scissione. Il presidente Ceferin e il consiglio dunque valuteranno la posizione di Arsenal, Chelsea, Liverpool, Manchester City, Manchester United, Tottenham, Atletico Madrid, Barcellona, Real Madrid, Inter, Juventus e Milan. Sarà molto interessante notare la strada che intenderà adottare la federazione europea in seguito alla paventata Superlega che negli scorsi giorni ha provocato grossi turbamenti intorno al calcio. Secondo quanto riferisce “Sportmediaset”, due sarebbero le possibili strade. Una punizione sarebbe ben più dura dell’altra. I club più a rischio sembrerebbero essere Juventus e Real Madrid.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Consiglio Uefa Superlega Juventus Real Madrid
Agnelli (GettyImages)

Uefa, dopo il caso Superlega: Juventus e Real Madrid rischiano l’esclusione per un anno dalle coppe europee

Secondo quanto riferito da “Sportmediaset”, l’Uefa potrebbe adottare due linee differenti per “punire” i dissidenti. Se dovesse prevalere la linea più morbida, si sceglierà soltanto un’ammenda economica ma il rischio principale è quella dell’esclusione per una stagione dalle coppe europee di Juventus e Real Madrid. Queste due rischiano di più in quanto Florentino Perez e Andrea Agnelli sono ritenuti i principali organizzatori della Superlega.

Sarebbe questo naturalmente un duro colpo per le due formazioni che dovrebbero così rinunciare ai cospicui introiti derivanti dall’Europa. A quel punto dovrebbero applicare un grosso piano di tagli per non generare troppe perdite nel fatturato giacché le risorse provenienti dalla Champions pesano in maniera importante sul bilancio di entrambi i club.

LEGGI ANCHE >>> L’Inter ha scelto il sacrificio per tenersi Conte

L’Uefa non adotterà nessun provvedimento sulla stagione in corso. Pertanto le semifinali di Europa League e Champions si giocheranno regolarmente con le squadre che si sono qualificate per le fasi salienti della stagione. Nel primo caso, il Manchester United affronterà la Roma mentre dall’altro lato del tabellone si sfideranno Arsenal e Villarreal. In Champions, invece, il Real Madrid dovrà vedersela con il Chelsea mentre il Psg – grande assente nella proposta della Superlega insieme a Bayern Monaco e Borussia Dortmund – sarà opposto al Manchester City.