Il Tottenham pensa a Dybala e l’argentino già ‘lavora’ con Kane

Dybala
Dybala (Getty Images)

Accostato al Tottenham nelle scorse settimane, Dybala comincia a lavorare con Kane: col bomber degli Spurs è uomo immagine a livello pubblicitario

Potrebbero diventare compagni di squadra, per ora iniziano a collaborare a distanza ricoprendo lo stesso ruolo. Paulo Dybala assieme ad Harry Kane, bomber del Tottenham, è diventato ambassadors del marchio Soccer Supplement che realizza prodotti nutrizionali per le prestazioni dei calciatori. I due calciatori diventano, così, anche uomini immagine dell’azienda. Sono stati scelti per motivi legati al campo, per le loro qualità e i numeri raccolti in questi anni tra Serie A e Premier League.

Una curiosità che non è passata sottotraccia per gli attenti osservatori: il Tottenham, infatti, è da tempo sulle tracce della Joya, che sulla nuova esperienza dice: “Sono molto contento di entrare nella famiglia di Soccer Supplement. Come giocatore – le parole di Dybala – so quanto è importante utilizzare i prodotti giusti per prepararsi alle partite e la loro gamma è di gran lunga la migliore che abbia mai provato. Non vedo l’ora di aiutare la prossima generazione di calciatori a raggiungere il proprio potenziale dopo un anno difficile come questo”.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Dybala esulta
Dybala (Getty Images)

Dybala tra Juventus e Tottenham

Dybala era stato accostato poche settimane fa alla società inglese. Il Tottenham, a quanto pare, era disposta a fare un sacrificio per l’argentino sfruttando la sua situazione contrattuale. La corte non si è mai sopita. D’altronde, quella in corso è stata una stagione complicata per l’ex Palermo e le voci sull’addio in estate sono sempre più concrete.

LEGGI ANCHE >>> “Gattuso alla Juventus”: il tecnico si prende la sua rivincita

Gli Spurs credono che la Joya possa essere l’acquisto giusto per la prossima stagione e per questo monitorano la situazione, cercando di capire se, alla fine, Dybala rinnoverà con la Juventus oppure sarà libero, la prossima estate, di partire a prezzo di “saldo”. Sarà una cifra sempre alta, dato il valore e l’età del calciatore, ma comunque più bassa rispetto ad una normale situazione contrattuale. La Juventus è avvisata.