Il PSG trema: potrebbe perdere un pezzo fondamentale per la semifinale

mauricio pochettino
Mauricio Pochettino (Getty Images)

Mauricio Pochettino ha parlato alla vigilia della gara di ritorno contro il Manchester City, per la quale rischia di non avere Mbappè.

Le semifinali di andata di Champions League si sono rivelate due match tosti, equilibrati. Hanno regalato meno spettacolo del previsto forse, ma tutta l’intensità possibile e qualche sorpresa.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

La partita del Parco dei Principi di Parigi, terreno di casa del PSG, si è conclusa sul 2-1 per il Manchester City, bravo e fortunato nel ribaltare il gol iniziale di Marquinhos. La situazione per la squadra di Pochettino è dunque complicata, visto che in Inghilterra serviranno almeno 2 gol per qualificarsi alla finale di Istanbul, da giocarsi contro la vincente di Real Madrid-Chelsea.

kylian mbappè
Kylian Mbappè, fenomeno del PSG (Getty Images)

Mbappè ha segnato 8 gol in questa edizione di Champions League

Come se non bastasse, il PSG rischia di perdere un giocatore fondamentale, se non addirittura il più importante della sua rosa: il candidato al pallone d’oro, l’extraterrestre Kylian Mbappè. È stato proprio Pochettino a raccontarlo alla vigilia della gara. L’allenatore argentino, ex Tottenham, ha dichiarato riguardo al suo numero 7 che: “Mbappé sarà valutato oggi. Farà un allenamento individuale, vedremo come sta e se sarà disponibile o meno per domani. Vedremo stasera e poi prenderemo la decisione”.

LEGGI ANCHE >>> Milan, sentito Sheva? “É il mio sogno”

La fiducia di Pochettino nei confronti della sua squadra resta invariata, così come la consapevolezza del valore dell’avversario, affrontato tante volte durante i suoi trascorsi a Londra: “Se Kylian non sarà disponibile, la squadra ha comunque gli strumenti e le qualità per provare a vincere. Dovremo cercare più possibile di mantenere possesso palla ed essere cinici e aggressivi. Abbiamo bisogno di due gol. Sarà una battaglia, sarà difficile, ma dobbiamo essere pronti”.