“Juve due anni fuori dalla Champions”: la bomba di ESPN

Agnelli in campo con la Juventus
Andrea Agnelli, Juventus (Getty Images)

La UEFA prepara un provvedimento esemplare per i club che hanno preso parte alla Superlega: esclusione da Champions ed Europa League.

Sembrava essersi incamminata verso la via della rappacificazione, ma la UEFA non ha dimenticato la Superlega. L’organizzazione di 12 club per creare una sorta di campionato indipendente non può restare senza conseguenze, poiché bisognerà fare in modo che non si crei un pericoloso precedente. Secondo le informazioni raccolte e riferite da ‘ESPN’, la massima organizzazione calcistica mondiale, ha pronta la sua decisione: alcuni club firmatari della Superlega saranno esclusi da Champions League ed Europa League per i prossimi due anni. Si tratterebbe di un provvedimento tanto duro quanto esemplare, che potrebbe avere conseguenze finanziarie importanti per le società considerate.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

La UEFA prepara la punizione: i club della Superlega fuori da Champions ed Europa League

Ceferin alza la coppa della Champions
Ceferin (Getty Images)

Tuttavia la punizione non sarà uguale per tutte le squadre. La UEFA, infatti, ha dialogato con ciascuna e trovato un punto d’intesa con Arsenal, Atlético Madrid, Chelsea, Liverpool, Manchester City e United e Tottenham. In corso ci sono dei discorsi anche con l’Inter. La decisione finale invece è stata presa per Juventus, Real Madrid, Barcellona e Milan, che sarebbero colpevoli di aver violato l’articolo 51 dello statuto disciplinare della UEFA, tra le altre cose, in qualità di fautori principali della Superlega ed hanno formato anche la ‘resistenza’ per evitare la cessazione del progetto.

LEGGI ANCHE >>> UFFICIALE | Serie A, le date della prossima stagione, cambia la formula della Coppa Italia

A tal proposito il presidente Aleksander Ceferin ha infatti dichiarato: “Per me c’è una netta differenza tra i club inglesi e gli altri sei perché si sono ritirati per primi, hanno ammesso di aver commesso un errore. Ci sono tre gruppi: le inglesi, che sono uscite per prima, poi Atlético Madrid, Inter e Milan, e poi Barcellona, Real Madrid e Juventus, per i quali la terra è piatta e la Superlega esiste ancora. E tra loro c’è una grande differenza. Ma tutti saranno responsabili. In che modo… vedremo “.

Le fonti dell’ESPN riferiscono che se la Superlega non si sciogliesse ufficialmente, con l’addio di nove club su dodici (come dal loro statuto), delle sanzioni porterebbero a una lunga battaglia legale con i tribuali di Madrid. Per tale ragione, la UEFA continua a spingere con tutte le società coinvolte tranne le maggiori ribelli: Juve, Real e Barça, appunto. Se il piano di Ceferin andasse a buon fine, sarebbero proprio queste tre a pagare per tutti.