Vigorito scatenato: “Mazzoleni ammazza le squadre del sud”

Vigorito con la mascherina
Vigorito (Getty Images)

Oreste Vigorito è un fiume in piena. Il Benevento perde contro il Cagliari e il patron dei campani si sfoga contro Mazzoleni ed il VAR.

Oreste Vigorito scatenato nel post partita di Benevento-Cagliari. Ecco quanto dichiarato ai microfoni di ‘Sky Sport’: “Rabbia? Io credo che con i vostri mezzi abbiate visto l’episodio. Per una volta si può fare a meno di fare filosofia. Le immagini dicono tutti: tutta l’Italia lo ha visto, tranne Doveri. Mi sono arrivati messaggi, non da Benevento. Mi sono arrivati da Napoli. Quando si vuole ammazzare una squadra del Sud allora viene Mazzoleni. Non è questione di sbagliare interpretazione, non ho mai detto una parola sugli arbitri. La VAR allora se è così possiamo toglierla. Noi ci rimettiamo un anno, di sacrifici. Mazzoleni non sa nemmeno guardare la televisione. Gli dico che io non sono un presidente normale, sono uno che non ha mai detto un caz**.  Questi signori devono uscire dal calcio, altrimenti usciamo noi e voi restate da soli”.

LEGGI ANCHE >>> Serie A: Joao Pedro inguaia Inzaghi, l’Atalanta vola verso la Champions

“Il mio non è uno sfogo. Voi di Sky dovete far vedere le immagini, le immagini dei VAR che guardano e non vedono. Non posso stare qui ad aspettare venti minuti e sentire che si parli di coppe e non del Benevento. Mettete in onda le immagini, parliamo di errori adesso, non domani. Sa che cosa ha detto l’arbitro? Che il tocco era leggero. Non le pare strano che dopo sette giorni questo tocco è leggero e non è come quello di Osimhen? Noi non siamo coglio**, i falli sono falli. Se lei vuole parlare con me deve analizzare questo fallo. Non deve dire che il mio è uno sfogo”.

L'arbitro Doveri durante Benevento-Cagliari
Daniele Doveri (Getty Images)

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Benevento, Vigorito contro Mazzoleni

Poi prosegue: “Altre volte al Benevento è capitato di chiedere spiegazioni. Questi arbitri che vanno e non vanno hanno una cattiva abitudine. Io leggo i regolamenti, l’interpretazione è dell’arbitro. Stavolta avete valutato anche quanto è pesante quel tocco? Invece di parlare quindici minuti con gli altri parlate di chi sta perdendo un anno di sacrifici. Dopo sette giorno vorrei chiedere a Mazzoleni perché. Sky io la stimo molto. Il problema è Mazzoleni, vuole che lo ripeta un’altra volta? Quando si vuole ammazzare il Sud si mette Mazzoleni al VAR: è questo che mi hanno scritto. Mi assumo io la responsabilità delle mie parole, non ho problemi. Sono qui a dire quello che pensavo. Io lo dico in TV davanti a milioni di spettatori. E’ una vergogna, non è nemmeno detto che io rimanga nel calcio”.

Chiosa finale: “Io sono responsabile di quello che le ho detto, ma non della gente che guarda il VAR e lo interpreta in maniera diversa di domenica in domenica. La mia è una ferma condanna a questa tecnologia usata in questo modo. Abbiamo solo allargato le discussioni. Quando si comportano come oggi posso dire che il colpevole è qualcun altro, non il Benevento. Guarda caso è sempre Mazzoleni. Non ho fatto proteste, non vado a gridare. Mi scuso per il tono, non ce l’ho con voi. E’ una vergogna inviare Mazzoleni o poco opportuno. Non c’era qualcun altro? C’è solo Mazzoleni quando si gioca al Sud? Ogni domenica parliamo con garbo e cortesia. Forse rompiamo i coglio** a qualcuno. Il mio non è uno sfogo, è una condanna”.