Rivoluzione Agnelli, uno solo resterà alla Juventus in ogni caso

Agnelli pensieroso allo stadio
Agnelli (Getty Images)

Andrea Agnelli valuta la rivoluzione anche a livello dirigenziale: c’è una sola persona che resterà alla Juventus in ogni caso

Aria di rivoluzione alla Juventus. La sconfitta contro il Milan ha aggravato il bilancio di una stagione da dimenticare e che diventerebbe un totale fallimento senza Champions e Coppa Italia. Pirlo in bilico, ma ai piani alti del club bianconero si respira aria di grandi cambiamenti. Se Andrea Agnelli, al momento, sembra essere destinato a restare alla guida della società, da Paratici in giù tutto è possibile.

Il CFO è in scadenza di contratto, come tutta l’area tecnica, e un suo addio non sorprenderebbe. Paratici potrebbe andare via da solo, con la promozione di Cherubini, o potrebbe salutare anche quest’ultimo con una soluzione dall’esterno (Giuntoli dal Napoli?). In tutto questo però c’è una persona a cui Agnelli non ha intenzione di rinunciare.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Nedved con la mascherin
Nedved (Getty Images)

Juventus, Agnelli conferma Nedved in ogni caso

E’ Pavel Nedved l’uomo più vicino ad essere confermato alla Juventus. Lo scrive ‘TuttoSport’ secondo cui Andrea Agnelli in ogni caso non vuole rinunciare alla presenza dell’ex centrocampista ceco. La Juventus ripartirebbe quindi proprio da Nedved in caso di rivoluzione: il vicepresidente resterebbe in carica e sarebbe presente anche nel nuovo organigramma del club.

LEGGI ANCHE >>> Il nuovo scambio a sorpresa che preparano Juventus e Barcellona

Questa, secondo il quotidiano piemontese, la volontà del presidente bianconero: mettere Nedved al suo fianco anche nel nuovo corso bianconero. Lo stesso Nedved che ieri, ricevendo il Tapiro d’oro, ha confermato Pirlo e Cristiano Ronaldo. Una presa di posizione che difficilmente sarà mantenuta anche al termine della stagione. Soprattutto se dovesse davvero essere mancata la qualificazione in Champions.