Champions, lo straordinario regalo del City ai suoi tifosi per la finale

Mansour durante un'amichevole tra Al Ain e Manchester City
Mansour (Getty Images)

Lo sceicco e proprietario del Manchester City Mansour si è impegnato a sostenere il viaggio dei tifosi per la finale di Champions League

In casa Manchester City, vinto il campionato, la concentrazione è inevitabilmente proiettata al 29 maggio quando De Bruyne e compagni giocheranno la partita più importante della storia del club. Lo faranno in un contesto molto particolare a causa dell’emergenza sanitaria che ha di fatto allontanato i tifosi dagli stadi. L’Uefa ora ha deciso di permettere a un numero limitato di persone di raggiungere Oporto per assistere alla finale di Champions League tra il Manchester City e il Chelsea. Le difficoltà a partecipare per i tifosi sono comunque notevoli e per questo motivo lo sceicco della squadra “Blue Moon” Mansour, proprietario del club, si è impegnato per sostenere economicamente il viaggio. “L’iniziativa dello sceicco – ha detto il presidente Khaldoon Al Mubarak – “si spera possa consentire alla maggior parte dei nostri fan di godersi la giornata piuttosto che preoccuparsi delle spese da compiere per affrontare il viaggio”.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Guardiola dirige i suoi uomini durante un incontro del Manchester City
Pep Guardiola (Getty Images)

City, la nota dello sceicco per la finale di Champions: “Rimuoviamo ostacoli economici per un giorno speciale”

Il Manchester City ha ufficializzato la notizia attraverso un comunicato sul proprio sito ufficiale. La volontà del proprietario del club, lo sceicco Mansour è quello di eliminare “i costi gonfiati a causa del Covid, combinati ai necessari ma costosi test PCR, che avrebbero reso il viaggio ingestibile per quei tifosi che avranno la fortuna di aggiudicarsi i biglietti”.
Ciò consentirà quindi i sostenitori “Citizens” di sostenere la squadra di Pep Guardiola in questo momento storico per la storia del club. “Hanno vissuto una stagione straordinaria, cogliendo anche il raggiungimento della finale di Champions League. Pertanto è fondamentale che sia consentito al maggior numero di tifosi di assistere a questo giorno speciale. Soprattutto a quei supporter che hanno sostenuto il Manchester City, sia nei momenti buoni sia in quelli più cattivi durante la storia del club”.
Nei giorni scorsi l’Uefa, che ha scelto il “Do Dragao” di Oporto come sede della finale a causa delle difficoltà legate a Istanbul, a causa della lista rossa del presidente Boris Johnson (in cui è inclusa la Turchia), ha fatto sapere che saranno ammessi 6mila tifosi per ognuno dei due club. La finestra di vendita per il pubblico neutrale scatterà invece il 24 maggio alle ore 14, a cinque giorni dalla sfida che avrà una risonanza planetaria.

LEGGI ANCHE >>> Juventus, scambio a Madrid: scelto il titolare da sacrificare

Il Manchester City ha da poco vinto la Premier League. I “Citizens” a due giornate dalla fine hanno tredici punti di vantaggio sui “cugini” dello United. La squadra di Pep Guardiola ha chiuso il discorso senza troppe difficoltà e ora vuole preparare al meglio la sfida del 29 maggio contro il Chelsea. Potrebbe essere il raggiungimento di un sogno per Mansour e tutti i tifosi della formazione “Blue Moon”.