Zidane e la battuta che conferma l’addio al Real

Zidane pensieroso
Zidane (Getty Images)

Zidane apre al possibile addio al Real Madrid ma intanto si gioca Liga e Champions League. Su di lui pronta a fiondarsi la Juve.

Gli ultimi 90 minuti per sognare il titolo, sperando in un passo falso dell’Atletico Madrid. Poi, sarà tempo di pensare al futuro che potrebbe essere altrove, forse a Torino (sponda Juventus). Zinedine Zidane, alla vigilia dell’ultima partita contro il Villareal in programma sabato alle ore 18, non si è detto certo di rimanere sulla panchina del Real Madrid anche nella prossima stagione. “Può essere una squadra migliore senza di me come allenatore? Sicuro. Sicurissimo”.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Real Madrid festeggia
Real Madrid (Getty Images)

Zidane non esclude l’addio al Real Madrid: le sue parole in conferenza

Zidane, nel periodo compreso tra il 2015 ed il 2018, ha guidato i blancos alla conquista di tre Champions League consecutive. Ora l’attenzione è tutta sull’atto conclusivo della Liga, che potrebbe regalare gioie insperate fino a qualche mese fa. “La squadra ha dato tutto, nonostante gli infortuni, il covid, tante cose. Non posso rimproverarli per niente. Forse lo faccio perché sono un vincente e sono molto critico con me stesso. Non mi piace perdere, hanno dato tutto”.

LEGGI ANCHE >>> Allegri, senza Real è crisi: due anni esatti senza il calcio di Max

Una volta terminato il campionato, Zidane ed il club torneranno ad incontrarsi per definire le prossime mosse. “Il mio futuro? La cosa importante é la gara di domani, non è il momento per parlarne. Tutta l’energia va alla partita di domani. È l’unica cosa che conta”. Parole che autorizzano a sognare i tifosi bianconeri, che in lui vedono l’uomo giusto a cui affidare le redini di un nuovo progetto tecnico vincente dopo la stagione in chiaroscuro di Andrea Pirlo.