Il giro di panchine senza precedenti che rivoluziona la serie A

Antonio Conte applaude i suoi tifosi
Antonio Conte (Getty Images)

La cronaca della serie A s’infiamma con il giro delle panchine che coinvolge tutti. Pochissime le conferme, tantissimi i cambiamenti.

Le conferme rappresentano un’eccezione, fanno quasi notizia: l’Atalanta punta su Gasperini, Pioli ha conquistato tutti al Milan, il Cagliari ha dato continuità alla gestione Semplici, Simone Inzaghi è in bilico alla Lazio ma potrebbe ancora rimanere.

Poi cambiano tutti, la panchina più calda è quella dell’Inter con Antonio Conte che non sembra disposto ad accettare la prospettiva del mercato in attivo di 100 milioni e del taglio del 20% del monte ingaggi.

Conte è sul taccuino di Real Madrid e Tottenham, non è da escludere addirittura un clamoroso interesse della Juventus a valutare il suo ritorno.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Juric osserva la partita dalla panchina
Ivan Juric (Getty Images)

Il Torino su Juric, la Sampdoria su Giampaolo: non cambiano solo le big

L’Inter cerca di tenere Conte, la Juventus e il Napoli sono ancora in bilico. Il ritorno di Allegri è lo scenario più probabile in casa bianconera, De Laurentiis sonda altre opzioni come per esempio Galtier, ma il nome di Spalletti è sempre il più concreto. La Roma ha bruciato tutti sul tempo con l’operazione Mourinho.

Non cambiano solo le big, anche nelle altre il giro di panchine si sta sviluppando come una rivoluzione. La Fiorentina ieri ha ufficializzato Gattuso, l’allenatore con cui Commisso vuole provare ad uscire dalle sabbie mobili della lotta salvezza.

Il Torino ha puntato su Juric in maniera forte, con un contratto triennale per superare l’ennesima stagione vissuta tra le difficoltà. Il Sassuolo ha dovuto salutare De Zerbi che è andato allo Shakhtar Donetsk, nel club emiliano potrebbe andare Pirlo.

LEGGI ANCHE >>> Addio Juventus, Pirlo si siede su una nuova panchina

L’Udinese non sembra orientato a confermare Gotti, il grande favorito è Paolo Zanetti che al Venezia, nella finale play-off contro il Cittadella, è ad un passo dalla serie A.

La Sampdoria va verso il ritorno di Giampaolo, il direttore sportivo Osti va verso il rinnovo del contratto e si punta anche alla permanenza di Pecini, fondamentale uomo-scouting del club del presidente Ferrero.

Ballardini al Genoa ha compiuto un grande lavoro, le possibilità che resti a Genova stanno crescendo ma Preziosi non ha dato ancora la certezza al suo allenatore.

Cambiano anche le società che sono retrocesse in serie A: il Crotone non dovrebbe trattenere Cosmi, il Parma è pronto a scegliere Enzo Maresca, in casa Benevento avanza Stroppa.