Lazio, è Sarri il preferito per la panchina. Ma c’è un problema

Sarri in panchina studia gli schemi
Maurizio Sarri (Getty Images)

Lotito sta provando a portare Sarri alla Lazio: pronto un triennale, ma c’è il nodo economico. Diverse le alternative, inclusi due grandi ex

Secondo la ‘Gazzetta dello Sport’ sarebbe Maurizio Sarri il grande nome a cui la Lazio starebbe puntando per la propria panchina. L’ex tecnico di Juve, Chelsea e Napoli sarebbe stato sondato attraverso il suo agente Fali Ramadani, con l’offerta di un contratto triennale.

Quello che può costituire un problema è l’aspetto economico: il tecnico toscano vorrebbe uno stipendio di 4 milioni l’anno, cifre a cui il club capitolino non sarebbe disposto ad arrivare.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Claudio Lotito con mascherina
Claudio Lotito (Getty Images)

Lazio, possibile incontro tra Lotito e Sarri nei prossimi giorni

C’è però da dire che Sarri ha grande voglia di tornare ad allenare in Serie A, quindi le parti potrebbero anche provare a venirsi incontro: in caso di primi riscontri positivi, già all’inizio della prossima settimana potrebbe esserci un incontro tra l’allenatore e il presidente Lotito.

Parallelamente, la scelta del successore di Simone Inzaghi sulla panchina biancoceleste comprenderebbe anche diverse alternative meno onerose, ma anche meno stuzzicanti dal punto di vista dell’appeal.

LEGGI ANCHE>>> Inzaghi, addio alla Lazio: “Bianco e celeste per sempre parte della mia anima”

A partire da André Villas-Boas, che qualcuno dava addirittura in arrivo oggi nella Capitale (ma, a quanto pare, la prenotazione del volo sarebbe stata cancellata all’ultimo). Curioso il fatto che AVB ha lavorato in passato con José Mourinho, da tempo ufficiale come nuovo allenatore della Roma.

Altri nomi sarebbero quelli di Vincenzo Italiano dello Spezia e di Luca Gotti, in scadenza con l’Udinese. Oltre a due grandi ex come Sinisa Mihajlovic e Sergio Conceiçao.