La confessione di Milik su Napoli: “Era davvero impossibile”

Milik con la maglia della nazionale polacca
Arkadiusz Milik (Getty Images)

Arek Milik ha rilasciato delle dichiarazioni ad una radio polacca dove ha parlato dei tifosi del Marsiglia e del Napoli.

Dopo la conclusione dei campionati, l’attenzione dei tifosi è incentrata sul calciomercato e sui prossimi Europei. Le varie nazionali sono in ritiro per preparare la competione rimandata l’anno scorso a causa della Pandemia.

Arek Milik, in ritiro con la sua Polonia, ex giocatore del Napoli ed ora in forza al Marsiglia, ha rilasciato un’intervista alla radio polacca: “Napoli e Marsiglia? Non le voglio paragonare perché sono due città molto diverse e bellissime, ma a Marsiglia c’è più tranquillità. Ho casa non al centro di Marsiglia, però ho sentito che anche in qui in alcune zone della città i tifosi vogliono stare vicino alla squadra”.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Milik e Bonucci si contendono una palla alta
Milik e Bonucci (Getty Images)

Milik  e l’affetto dei tifosi del Napoli

Il polacco ha poi continuato l’intervista: “A Marsiglia mi sto riposando, considerando quello cho vissuto a Napoli dove venivo sempre fermato per strada dai tifosi. Non so se dipenda anche dalla chiusura dei locali dovuti alla Pandemia, ma vivere a Marsiglia è stato molto più facile. Non nascondo che la tranquillità che sto vivendo è l’ideale per me ora. A Marsiglia è possibile ad andare a prendersi un caffè tranquillamente”.

LEGGI ANCHE>>> Il primo acquisto del Napoli di Spalletti può essere uno svincolato

Milik ha parlato anche del ‘troppo affetto’ dei tifosi del Napoli: “A Napoli ti assalgono appena ti ricoscono per strada. Da un lato è anche bello l’affetto dei tifosi, ma è stancante e molto pesante. Avevo bisogno di ritrovare un po’ di tranquillità e a Marsiglia l’ho ritrovata”.