La frase di Pioli che non piacerà a tutti: polemica assicurata

Stefano Pioli con mascherina
Stefano Pioli (Getty Images)

Le parole dell’allenatore del Milan Stefano Pioli sono destinate ad accendere le polemiche: la frase che non piacerà a tutti

Champions ottenuta per il Milan che ora sta già lavorando al prossimo anno. I rossoneri hanno chiuso il campionato al secondo posto, tornando in Champions dopo una lunga assenza. Stefano Pioli è stato l’allenatore in grado di riportare la squadra nella competizione europea di maggior prestigio ed ora la guiderà anche nella prossima stagione.

Una stagione che non vedrà Donnarumma tra i rossoneri: il tecnico però non gli serba rancore, anzi lo ringrazia e lo definisce un “professionista esemplare” nell’intervista rilasciata a ‘Repubblica’. Un’intervista nel quale però è presente una frase destinata a far discutere e accendere la polemica. Oggetto della sua dichiarazione sono i rigori, venti, avuti dal Milan in stagione. Un record che ha fatto storcere il naso a qualcuno ma Pioli difende la sua squadra dalle polemiche.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Stefano Pioli
Stefano Pioli (Getty Images)

Pioli: “Il Milan meritava più rigori”

L’allenatore del Milan Stefano Pioli ha risposto in maniera netta alle polemiche per i rigori concessi alla sua squadra. “Non mi toccano: ne avremmo meritati di più” la frase destinata a far discutere. Il tecnico rossonero ha anche auspicato un ritorno al passato per la Var: “Deve intervenire in caso di evidente errore dell’arbitro”. Bocciata la scelta di fidarsi sul fermo immagine: “In foto un contatto lo vedi sempre, il calcio non è statico”.

LEGGI ANCHE >>> Il Milan ha il tesoretto per anticipare Juventus e Inter

Di certo parole che accenderanno il dibattito, quello che non c’è invece su Ibrahimovic, a cui però serve un vice: “Sappiamo che non potrà giocarle tutte, serve un quarto attaccante”. A Maldini il compito di individuarlo, con Giroud dato per vicino al club rossonero.