Non è Ronaldo il primo nodo che la Juventus vuole sciogliere

Andrea Agnelli
Andrea Agnelli (Getty Images)

La Juventus inizia a pianificare il futuro e il primo nodo che la società vuole sciogliere non riguarda Cristiano Ronaldo

Dentro o fuori ma non subito. Per Cristiano Ronaldo il futuro è ancora tutto da scrivere e lo sarà, probabilmente, soltanto dopo gli Europei. Una situazione che accomuna un po’ tutti i calciatori impegnati nella rassegna continentale, così come quelli che disputeranno la coppa America. Futuro rimandato per tutti ma non per Paulo Dybala. La mancata convocazione con l’Argentina rappresenta da questo punto di vista una buona notizia per la Juventus e per la Joya che avranno più tempo per parlarsi e capire se ci sono le condizioni per andare avanti insieme.

E’ proprio il numero 10 bianconero il primo nodo che la società vuole sciogliere, secondo quanto riferito da ‘TuttoSport’. La volontà di continuare insieme, almeno da parte della Juve, c’è ed è impennata con il ritorno di Massimiliano Allegri a Torino. Il problema è rappresentato però da quel contratto in scadenza nel 2022: senza rinnovo, l’addio è scontato.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Dybala
Dybala (Getty Images)

Juventus, subito il rinnovo di Dybala: le cifre

Ed allora occorre trovare un’intesa anche se su basi diverse da quelle sperate dal calciatore soltanto qualche mese fa. La pandemia ha cambiato gli scenari ed allora per riprendere una trattativa ormai arenata da mesi, occorre un passo indietro di Dybala. La Juventus vuole alzare l’attuale ingaggio di 7,5 milioni di euro, ma senza superare i 10, almeno per la parte fissa.

LEGGI ANCHE >>> L’annuncio social di Pogba che fa sognare i tifosi della Juventus

Sarà con ogni probabilità questa la proposta che la società farà nuovamente al calciatore: un ingaggio di circa 9-10 milioni di euro a stagione, sperando nel sì di Dybala. La Joya ha un buon feeling con Allegri e tra i due c’è già stato un contatto. Perché la riunione avvenga però serve il rinnovo e il sì dell’argentino alla offerta bianconera.