Juventus, perchè Allegri preme per il ritorno di Pjanic

Miralem Pjanic
Miralem Pjanic -GettyImages

Come riferito dalle ultime indiscrezioni di calciomercato, Allegri avrebbe puntato l’indice sul possibile ritorno di Pjanic in bianconero. Il nuovo tecnico della Juventus preme per l’affondo sull’attuale centrocampista del Barcellona

Pjanic potrebbe far ritorno alla Juventus per dar vita al nuovo centrocampo bianconero in vista della prossima stagione. Allegri sarebbe pronto a riabbracciare il centrocampista bosniaco. Un ritorno al passato per completare un reparto leggermente acerbo dal punto di vista tattico e qualitativo. Il ritorno di Pjanic non escluderebbe l’affondo su Locatelli, altro obiettivo del mercato bianconero.

Pjanic e Locatelli potrebbero rappresentare la nuova coppia dei registi in mezzo al campo, mentre Ramsey potrebbe essere sacrificato in caso di offerta adeguata. Stesso discorso per Rabiot, pronto a dire addio alla Juventus solamente di fronte a un’offerta da oltre 20 milioni di euro. Bentancur e McKennie, invece viaggiano versa la conferma. Da valutare il futuro di Arthur.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Allegri e Pjanic insieme alla Juventus
Allegri e Pjanic insieme alla Juventus (Getty Images)

Calciomercato Juventus, cosa potrebbe cambiare con il ritorno di Pjanic

Il ritorno di Pjanic potrebbe permettere al centrocampo della Juventus di acquisire maggiore esperienza e qualità in fase di impostazione, ma anche di rendersi decisamente più pericoloso sui calci piazzati. Come detto, l’arrivo di Pjanic non escluderebbe quello di Locatelli, valutato circa 40 milioni di euro dal Sassuolo.

LEGGI ANCHE >>> Napoli, finalmente il terzino sinistro: Giuntoli lo ha già bloccato

Per quel che riguarda il capitolo cessioni, non solo Ramsey e Rabiot verso l’addio, la Juventus valuterà il da farsi anche con Arthur e Demiral, tutti sacrificabili dinanzi a un’offerta convincente e irrinunciabile. Per quel che riguarda Ronaldo, invece, il suo futuro di deciderà dopo l’Europeo. La Juventus potrebbe dire sì alla sua cessione di fronte a un’offerta cash da circa 28-30 milioni di euro.