“Non ho morso Pogba”: le scuse di Rudiger a Pogba

Pogba discute con l'arbitro
Paul Pogba e Antonio Rudiger (Getty Images)

Rudiger torna sul presunto morso ai danni di Pogba durante Germania-Francia e si scusa per il gesto. L’Uefa non dovrebbe sanzionarlo.

Nessuna squalifica. L’Uefa, stando a quanto riportato oggi da ‘Sky Sports Uk’, non prenderà provvedimenti disciplinari nei confronti di Antonio Rudiger dopo quanto accaduto ieri durante Germania-Francia. In un particolare momento dell’incontro, infatti, il difensore si “incolla” a Paul Pogba dando l’impressione di morderlo sulla schiena. 

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Paul Pogba in azione contro la Germania
Paul Pogba contro la Germania (Getty Images)

Rudiger si scusa con Pogba: ecco le parole del difensore del Chelsea

Un gesto sospetto, non colto dall’arbitro spagnolo Carlos del Cerro Grande, ritenuto inopportuno dal tedesco del Chelsea che oggi è tornato sulla vicenda scusandosi con il centrocampista. “Non dovevo andare così con la bocca contro la sua schiena, è ovvio. Sembra brutto. Dopo il fischio finale – spiega Rudiger attraverso una nota diffusa dal suo agente – abbiamo parlato molto amichevolmente con Paul e sia con me che dopo, in un’intervista, ha confermato che non era un morso, come alcuni avevano pensato all’inizio. L’arbitro mi ha detto che mi avrebbe penalizzato se avesse pensato che fossi in colpa”.

LEGGI ANCHE >>> Cosa c’è dietro la risposta di Paul Pogba a Cristiano Ronaldo

Al termine della partita ne aveva parlato anche Pogba, che ha voluto perdonare l’ex Roma: “Mi ha dato un morso credo, ma ci conosciamo da tanto tempo. L’ho detto all’arbitro, ovvero colui che decide, ed ha preso la sua decisione. Per me è finita lì, voglio solo pensare al calcio. Non sono stati estratti cartellini e credo che sia meglio così. È stata una bella partita – ha affermato – e sono contento per i nostri tifosi, ma non voglio che Rudiger venga sospeso per una cosa del genere. A fine partita ci siamo abbracciati”.