Cristiano Ronaldo alla Roma: la rivelazione che non t’aspetti

Cristiano Ronaldo esulta
Cristiano Ronaldo (Getty Images)

Il Ceo della Roma Fienga stoppa sul nascere le indiscrezioni che danno la Roma tra le possibili destinazioni future di Cristiano Ronaldo.

La Roma si tira fuori dalla corsa a Cristiano Ronaldo. Nei giorni scorsi, complice l’arrivo sulla panchina giallorossa di José Mourinho, erano circolate delle indiscrezioni riguardanti un possibile interesse dei Friedkin per il fenomeno portoghese. Un’operazione, però, che in realtà non avrà mai luogo: a smorzare l’entusiasmo dei tifosi è stato infatti oggi il Ceo del club Guido Fienga, intervenuto ai microfoni di ‘Rete Sport’.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Fienga in conferenza
Guido Fienga (Getty Images)

Cristiano Ronaldo alla Roma: Fienga spegne le voci

Il dirigente, nel dettaglio, ha infatti stoppato sul nascere qualsiasi voce a riguardo: “Cristiano Ronaldo alla Roma? Non credo proprio”. La squadra si ritroverà a Trigoria il 6 luglio, sotto lo sguardo attendo del tecnico originario di Setubal. “L’idea Mourinho – ha affermato – è stata un’intuizione degli azionisti. Non appena si è liberato hanno pensato subito a lui, sono stati bravi a convincerlo. È tra gli allenatori più bravi per incarnare ciò che vogliamo, è il numero uno. Sono stati bravi a convincerlo, in pochissimo tempo si è chiuso l’accordo: i Friedkin sono molto intelligenti e imparano alla svelta”.

LEGGI ANCHE >>> Roma, con Mourinho cambia tutto: le regole dello Special One

Diversi i nomi che potrebbero sbarcare nel club capitolino, tra cui Granit Xhaka (l’Arsenal chiede 20 milioni, l’offerta è di 15: sviluppi sono attesi a breve) e Rui Patricio del Wolverhampton. A riguardo, Fienga non si è voluto sbilanciare: “Abbiamo preso Mourinho perché venga qui e ci insegni a vincere. È un percorso, un progetto e bisogna lasciarlo lavorare perché non è una cosa immediata. Il percorso – ha detto – seguirà i parametri che ci siamo dati: il calcio è cambiato, vogliamo creare un progetto vincente e sostenibile. I giocatori li sceglieranno Mourinho, Pinto con la proprietà. Aspettatevi la serietà del progetto più che colpi, che se ci saranno è perché saranno funzionali”.