Juventus, quattro cessioni per finanziare il mercato: in bilico anche Arthur

Arthur rabbia
Arthur (Getty Images)

La Juventus cercherà di fare cassa dalle cessioni per finanziare le prossime strategie di mercato in entrata. Quasi certo il sacrificio di Ramsey, mentre resta da valutare il futuro di Cristiano Ronaldo

Quattro cessioni per stravolgere la nuova rosa di Allegri in vista della prossima stagione. La Juventus dovrà valutare il futuro di Cristiano Ronaldo prima di mettere mano al capitolo acquisti. La possibile cessione dell’attaccante portoghese potrebbe spingere i bianconeri a rivoluzionare strategie di mercato e possibili acquisti in vista dell’estate. Il nuovo ds Cherubini valuta il cartellino del cinque volte Pallone d’Oro circa 30 milioni di euro: PSG e Manchester United osservano interessate.

Il sacrificio di Cristiano Ronaldo permetterebbe alla Juventus di risparmiare anche i 31 milioni di euro del suo contratto, circa 60 milioni lordi. 31 milioni di euro di ingaggio, più 28-30 milioni di euro per il costo del suo cartellino: questo il potenziale guadagno con l’addio dell’ex Real Madrid.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Ronaldo e Ramsey esultano
Juve, Ronaldo e Ramsey (Getty Images)

Cessioni Juventus: in bilico anche Bonucci, Arthur e Rabiot

Non solo Cristiano Ronaldo, la Juventus dovrà valutare attentamente anche il futuro di Ramsey, Bonucci, Arthur e Rabiot. Il centrocampista gallese sarà sacrificato dinanzi a un’offerta cash da circa 15 milioni di euro: molto probabile il suo ritorno in Premier League. Discorso diverso per Bonucci: qualora Allegri decida di puntare con decisione sulla coppia De Ligt-Chiellini, non è escluso che i bianconeri possano valutare il clamoroso addio del centrale della Nazionale.

LEGGI ANCHE >>> L’altra italiana che stava trattando con l’Atletico Madrid

Da risolvere anche i punti interrogativi su Arthur e Rabiot. Il brasiliano piace al PSG, ma non è escluso che Allegri decida di puntare su di lui e rilanciarlo nel corso della prossima stagione. Rabiot, dal canto suo, potrebbe essere confermato, salvo clamorose offerte irrinunciabili da circa 35 milioni di euro.