Da Mbappè a Ronaldo, c’è anche la Juventus nel domino degli attaccanti

Mbappè controlla il pallone
Kylian Mbappè (Getty Images)

Da Mbappè a Cristiano Ronaldo, la calda estate del calcio può regalare uno straordinario domino degli attaccanti che coinvolge anche la Juventus.

Tutto parte dal Paris Saint Germain che ha preso Donnarumma Wijnaldum a parametro zero, realizzato un rinnovo stratosferico a 36 milioni a stagione a Neymar e forse riuscirà a portare sotto la Torre Eiffel anche Sergio Ramos.

Secondo quanto riporta Calciomercato.it, il Real Madrid osserva la situazione ed è convinto che questi movimenti del Psg porteranno poi ad agosto alla cessione di Mbappè, in scadenza di contratto nel 2022. Florentino Perez vuole portarlo nel nuovo Bernabeu, ristrutturato durante la pandemia, puntando poi sull’acquisto di Haaland nel 2022.

Il Borussia Dortmund non molla per quest’estate, dal 2022 c’è una clausola da 75 milioni di euro che può favorire l’affare su cui sta lavorando Raiola.

Cristiano Ronaldo calcia un rigore
Cristiano Ronaldo (Getty Images)

Il domino degli attaccanti coinvolge anche la Juventus, Cristiano Ronaldo può andare a Parigi

Il Paris Saint Germain, per sostituire Mbappè, potrebbe prendere Cristiano Ronaldo, così anche la Juventus potrebbe essere coinvolta nel domino degli attaccanti.

Il Psg potrebbe utilizzare Icardi come contropartita per ridurre le pretese della Juventus che si libererebbe di un ingaggio a 31 milioni di euro a stagione e potrebbe fare dei passi in avanti nella ristrutturazione della rosa che è iniziato con la trattativa per Locatelli del Sassuolo.

Ieri c’è stato un incontro tra i due club e l’affare va avanti, il centrocampista ex Milan può essere la pedina perfetta per Allegri che medita sul 4-2-3-1 come nuovo sistema di gioco per la Juventus.

LEGGI ANCHE >>> Locatelli alla Juventus, l’agente spiazza tutti sulla trattativa

La partenza di Cr7 rimetterebbe probabilmente anche Dybala, in scadenza di contratto nel 2022, al centro del progetto tecnico bianconero. Non basta Morata come prima punta, la Juventus ha bisogno anche di un altro numero 9 e Icardi sarebbe il profilo più gradito, del resto l’argentino piace da tempo al club bianconero.

I dirigenti lavorano al domino degli attaccanti, è impossibile che tutto ciò accada con gli Europei ancora in corso. Luglio e Agosto possono essere, però, mesi esplosivi riguardo al mercato internazionale.

La battaglia per le stelle non è solo calcistica ma anche politica, vista la questione Superlega, gli intrecci tra la Uefa e il Paris Saint Germain, oltre ai Mondiali in Qatar nel 2022 che vede protagonista lo sceicco Al Khelaifi.