L’Inter può riportare in Italia un attaccante del Barcellona

Marotta all'Assemblea elettiva della FIGC
Marotta, Inter (Getty Images)

In uscita dal Barcellona, Coutinho potrebbe tornare all’Inter: è una delle opzioni per il brasiliano, ma l’ingaggio complica la riuscita dell’affare.

Coutinho può ormai definirsi in uscita dal Barcellona. La società non farà pressioni, ma la strada da percorrere è questa, lasciando al giocatore la possibilità di orientarsi sulle scelte future tra varie possibilità. In questo momento diverse sono le opportunità, che il brasiliano starebbe analizzando insieme al suo entourage, prima di annunciare la decisione.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Coutinho via dal Barcellona: l’Inter è un’opzione

Coutinho in campo col Barcellona
Coutinho, Barcellona (Getty Images)

Probabilmente Coutinho dovrebbe essere disposto a ridursi l’ingaggio per rendere il suo acquisto più abbordabile da parte dei club e in realtà anche in vista di una permanenza futura al Barcellona potrebbe essere un’opzione. La società infatti non pressa la cessione, ma l’attende, poiché se restasse non sarebbe un peso per il gruppo: il giocatore piace a Koeman, che non esclude di utilizzarlo volentieri.

LEGGI ANCHE >>> Il divorzio tra Dybala e Cristiano Ronaldo che svela i piani della Juventus

Ciò che è chiaro è che, avendo patito un infortunio che l’ha tenuto lontano dal campo praticamente per metà dell’ultima stagione, il Barcellona non delirerà sulle richieste economiche rispetto al cartellino né lo inserirà come contropartita, poiché a livello di tasse sarebbe un elemento troppo esoso. La linea adottata sarà di approccio soft, poiché l’unico problema è il salario, il terzo più pagato dell’intera rosa. Tra le società interessate ci sarebbe l’Inter, disposta a riportarlo a Milano sulla base del prestito con diritto di riscatto. Unica condizione possibile, date le finanze della società nerazzurra, che ha ottimi rapporti con l’entourage di Coutinho. Tuttavia, l’Inter non può pagargli l’intero ingaggio, per cui il brasiliano dovrebbe accettarlo di ridurlo drasticamente. Resta poi la destinazione Premier League, con il Leicester pronto ad aprirgli le porte.