Di Natale: “Italia ora è favorita. E Insigne può imitarmi”

Di Natale esulta ad un gol con l'Udinese
Fonte: Getty Images

L’ex attaccante dell’Italia, Antonio Di Natale, ha rilasciato un’intervista ad AS parlando del gruppo di Mancini e di Insigne

Grandi momenti con la maglia dell’Italia e ora una voglia matta di festeggiare, da tifoso, per i successi di Roberto Mancini. Si racconta ad AS l’ex attaccante dell’Udinese, Antonio Di Natale, 11 gol in 43 partite con la maglia dell’Italia, futuro allenatore che si ispira anche a Spalletti sperando di approdare presto nel nostro campionato. Di Natale, nella sua intervista al quotidiano spagnolo, ha parlato del percorso degli azzurri a Euro 2020, spiegando che il traguardo finale potrebbe essere dolcissimo. In più si è soffermato sul futuro di Lorenzo Insigne, giocatore che, per caratteristiche, potrebbe ripercorrere la sua, di carriera, ovvero da esterno a bomber implacabile col passare degli anni.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

L'Italia festeggia dopo la vittoria contro l'Austria
Italia (Getty Images)

Di Natale si racconta: dall’Italia a Insigne

Se c’è una favorita a Euro 2020, quella è l’Italia di Mancini. Lo dice, Di Natale, spiegando anche il perché della sua fiera convinzione: “L’ho sempre vista come favorita per il successo in questa competizione. Il lavoro di Mancini è ottimo, ha puntato molto sui giovani con una chiara identità tattico. Era convinto di poter vincere l’Europeo già prima della pandemia. Ci sono tante grandi squadre, ma nessuna con la loro perseveranza”.

LEGGI ANCHE >>> Euro 2020, la sintesi di Portogallo-Francia 2-2

Italia grande favorita per il gioco e non solo: “Oltre al gioco, il gruppo che Roberto ha costruito è molto importante e credibile. Mi piace che tutti arrivino con spirito di squadra”. Di Natale fa i nomi dei più decisivi: “Insigne e Verratti sono quelli che da anni sono ad un livello enorme, ma ribadisco che, per me, la forza è nel collettivo, nel gruppo”. A proposito del capitano del Napoli, dopo i 30 anni, Di Natale ha segnato molto. Magari Insigne, che li ha appena compiuti, potrà emularlo: “Quest’anno con Gattuso ha segnato 19 reti. Speriamo che ne arrivino molti altri anche con l’Italia”. Di Natale fa una previsione: “E’ un esterno e anche io ho iniziato come lui, poi per fortuna mi hanno messo centravanti e mi sono divertito molto”.