Euro 2020, eliminazione fatale: salta una panchina

Budapest, Ungheria
Budapest, Ungheria (Getty Images)

Dopo l’eliminazione agli ottavi di finale, una delle big del calcio europeo dice addio al suo commissario tecnico.

Gli ottavi di finale di questi Europei hanno portato già diverse sorprese. Eliminazioni di squadre importanti, addirittura candidate per la vittoria finale. Ultima quella della Francia, ieri buttata fuori ai calci di rigore dalla Svizzera. Un risultato che ha sorpreso tutti gli addetti ai lavori, ed evidentemente gli stessi francesi che non si aspettavano di venire eliminati cosi presto, ma soprattutto per mano di una compagine sulla carta decisamente inferiore.

Out anche il Portogallo di Ronaldo, che però si inginocchiato sotto i colpi del Belgio di Romelu Lukaku. Anche l’Italia, ad onore della verità, ha sudato più del previsto contro l’Austria, rischiando di salutare anticipatamente la competizione.

Ma un’eliminazione che ha fatto molto rumore è stata anche quella dell’Olanda, fuori a causa della sconfitta patita contro la Repubblica Ceca. Gli ‘oranges’ erano identificati da molti come possibile sorpresa della competizione, una vera e propria outsider.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Frank De Boer saluta i tifosi
Frank De Boer (Getty Images)

Olanda fuori, arriva la decisione forte: out De Boer

E cosi proprio la Federazione olandese, dopo l’eliminazione della nazionale, ha preso una decisione molto forte che vede protagonista il commissario tecnico Frank De Boer. L’ex allenatore dell’Inter, infatti, non è più il ct dell’Olanda. Una decisione presa in maniera bilaterale.

LEGGI ANCHE>>> Il nuovo portiere della Juventus potrebbe trovarsi giá a Torino: l’intoppo

Anzi, sarebbe stato già De Boer a sollevare dubbi sul prosieguo dell’avventura, come riporta il comunicato postato dalla Federazione olandese. “Quando mi è stato proposto di diventare allenatore della Nazionale nel 2020, ho pensato che fosse un onore e una sfida, ma ero anche consapevole della pressione. Questa ora sta aumentando e non è una situazione salutare per me“, le parole dell’ormai ex ct.