Immobile delude, arriva l’attacco: “Ma di che parliamo?”

Immobile in Belgio-Italia
Ciro Immobile, Nazionale (Getty Images)

Il telecronista Riccardo Trevisani interviene in favore di Ciro Immobile, dopo le dure critiche per la prestazione sottotono in occasione di Belgio-Italia, quarti di finale degli Europei. 

Ciro Immobile, centravanti della Lazio e della Nazionale italiana, nelle ultime sfide di EURO 2020 non ha sicuramente bucato lo schermo dei telespettatori a suon di reti e prestazioni esaltanti. In particolar modo, in occasione dei quarti di finale contro il Belgio è apparso sotto tono ed è stato anche duramente criticato. Il giocatore, infatti, era accasciato al suolo prima di unirsi all’esultanza per la rete di Barella, che ha sbloccato la partita. Un cambio repentino di atteggiamento che ha scatenato le polemiche per simulazione.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

EURO 2020: Immobile criticato dopo Belgio-Italia, Trevisani lo difende

Mancini abbraccia Immobile all'uscita dal campo
Immobile e Mancini, Italia (Getty Images)

A commentare le situazione è stato il telecronista di SKY, Riccardo Trevisani, il quale si è schierato al fianco del giocatore, criticando al contrario coloro che non ne apprezzano le qualità. All’emittente ha dichiarato: “Ce ne vuole prima di metterlo in discussione. È uno che ha fatto più gol di Piola nella Lazio, ha realizzato 150 gol in 219 partite. È vero che col Belgio ha giocato male ed abbastanza male anche contro l’Austria, anche se stava per fare un super gol e ha preso l’incrocio”. 

LEGGI ANCHE >>> VAR, dalla Coppa America arriva la soluzione per dire addio alle polemiche

Cosa accadrà allora in occasione di Italia-Spagna? Con un’esaltante cammino gli azzurri sono arrivati alla semifinale e Mancini ormai ha una squadra sulla quale fare affidamento piuttosto rodata, tuttavia il contributo di ciascuno è stato chiave, sopratutto in attacco quello dei subentrati. Il Ct darà ancora fiducia a Immobile contro gli iberici? Ebbene sì. Non sembra essere arrivato il momento di cambi bensì è quello della fiducia in occasione della cavalcata più importante. Salvo cambiamenti dell’ultima ora, il tridente dovrebbe essere Chiesa, Immobile, Insigne.