Italia-Inghilterra, gli azzurri avranno un tifoso in più

Tifosi italiani
Tifosi Italia (Getty Images)

Italia-Inghilterra è in programma domenica sera a Wembley: stadio tutto inglese, ma Mancini avrà un tifoso d’eccezione allo stadio

Sarà Italia-Inghilterra la finale di Euro 2020. Atto finale inaspettato tra due Nazionali che partivano dietro le grandi favorite, Francia su tutte. Mancini e Southgate sono invece riusciti a creare due gruppi compatti che sono andati oltre le aspettative: ora Londra, Wembley per decidere chi alzerà al cielo il primo (e ultimo?) Europeo itinerante. Una sfida che si giocherà in trasferta per gli azzurri. Wembley ospiterà praticamente quasi tutti tifosi inglesi, pochi gli italiani che potranno sostenere da vicino la Nazionale, anche se la spinta dell’intero Paese non mancherà di certo.

A testimoniarlo anche la presenza di un tifoso d’eccezione sugli spalti dell’impianto londinese. E’ il presidente della Repubblica Sergio Mattarella che sarà presente nella tribuna autorità di Wembley per assistere da vicino alla finale di Euro 2020.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Mattarella
Mattarella (Getty Images)

Italia-Inghilterra, Mattarella sarà a Wembley

Dal Quirinale confermano che Sergio Mattarella sarà presente allo stadio per Italia-Inghilterra, finale di Euro2020. Sono in preparazione i dettagli del viaggio che dovrà tenere presente le restrizioni legate al Covid vigenti nel Regno Unito a causa del dilagare della variante Delta.

LEGGI ANCHE >>> L’Inghilterra è riuscita a far arrabbiare anche Josè Mourinho

La macchina organizzativa è partita e Mattarella ha deciso di seguire l’esempio di alcuni suoi predecessori. Giorgio Napolitano era sugli spalti in Germania quando l’Italia di Lippi alzò al cielo la coppa del Mondo. Indimenticabile anche l’esultanza del presidente Pertini in Spagna per il Mundial ’82. Ora gli Europei e la finale con l’Inghilterra: Mattarella ci sarà, sperando di dare una spinta in più all’Italia di Mancini e di poter poi festeggiare con l’intero paese una vittoria attesa dal 1968.