La UEFA nega agli inglesi l’ennesimo affronto all’Italia

Ceferin parla con il principe William
Il principe William e Ceferin (Getty Images)

L’Uefa ha rigettato la proposta di far suonare la canzone ‘Fotball’s Coming Home’ prima della finale tra Inghilterra ed Italia.

E’ la vigilia della finale tra Inghilterra e Italia e i tifosi delle due nazionali sono in preda all’ansia per una partita che, a prescinderà di chi vincerà, non sarà mai dimenticata. L’Inghilterra disputerà una finale dopo 55 anni dal Mondiale 1966 vinto in casa contro la Germania Ovest.

Nel paese d’Oltremanica sono quasi tutti sicuri di vincere e non vedono l’ora di festeggiare. SKY Sport UK ha fatto partire il countdown della vittoria dell‘Europeo. In queste ore è arrivato lo stop dell’Uefa per un’ulteriore inziativa che aveva già il sapore di vittoria inglese prima che la finale di domani fosse disputata.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Esultanza Inghilterra
Inghilterra (Getty Images)

L’Uefa ha ritenutto che sarebbe stato ingiusto per gli italiani

Comer riportato da ‘Sky Sport Italia’, l’Uefa ha negato agli autori della canzone ‘Fotball’s Coming Home’ di poter esibirsi sul campo di Wembley prima del fischio d’inizio della gara tra Inghilterra ed Italia. L’Uefa ha ritenuto che sarebbe stato troppo di parte ed ingiusto sia per la nazionale di Mancini che per i tifosi italiani.

LEGGI ANCHE >>> Euro 2020, la UEFA punisce una Nazionale: tre gare a porte chiuse

Fotball’s Coming Home’, il cui vero titolo è  ‘Three Lions’, è diventato una sorta d’inno per i tifosi inglesi sia durante il Mondiale del 2018 che nell’Europeo che si concluderà domani sera. La canzone fu scritta in occasione dgli Europei del 1996, giocati proprio in Inghilterra. L’Uefa ha rigettato questa proposta anche per via dei tempi stretti che non permettono d’inserire nuovi elementi al prepartita.