Scandalo razzista in Giappone: la decisione drastica della Germania

Torunarigha con la maglia dell'Hertha Berlino
Jordan Torunarigha (Getty Images)

Insulti razzisti a un giocatore tedesco durante l’amichevole preolimpica contro l’Honduras: la Germania lascia il campo in anticipo

Brutto episodio durante l’amichevole di avvicinamento a Tokyo 2020 tra le selezioni Under 23 di Germania e Honduras, disputata nella città giapponese di Wakayama.

A cinque minuti dal termine del match, mentre il punteggio era di 1-1, il difensore tedesco Jordan Torunarigha è stato infatti bersaglio di insulti razzisti. Insulti che, a quanto sembra, sarebbero provenuti da un avversario.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Stefan Kuntz con impermeabile
Stefan Kuntz (Getty Images)

Germania-Honduras Under 23, i tedeschi lasciano il campo dopo alcuni insulti razzisti

La rappresentativa allenata da Stefan Kuntz ha allora deciso di lasciare il terreno di gioco, in seguito anche ai mancati provvedimenti presi dal direttore di gara (probabilmente non resosi conto di quanto accaduto).

Questo il commento da parte del ct della nazionale olimpica tedesca: “Se uno dei nostri giocatori viene insultato dal punto di vista razziale, per noi continuare a giocare non può essere un opzione“.

LEGGI ANCHE>>> Euro 2020 continua, frecciata di due azzurri all’Inghilterra

La federazione dell’Honduras, da parte sua, ha invece preso le distanze dall’episodio, augurandosi che possa essersi trattato solo di un malinteso.

Tra l’altro, non è la prima volta che Torunarigha è vittima di discriminazione durante una gara. Al difensore dell’Hertha Berlino era capitato un episodio simile nel febbraio dello scorso anno, quando fu preso di mira da alcuni sostenitori dello Schalke particolarmente incivili.