La nuova idea tattica di Allegri e la decisione su Demiral

Allegri Juventus
Allegri Juventus(Getty Images)

Allegri lavorerà attentamente sia sul 4-3-3 sia sul 4-2-3-1. Non è escluso che il nuovo tecnico bianconero possa affidarsi anche al 3-5-2 in base alle necessità e alle esigenze tattiche

La nuova Juventus di Allegri sarà impostata su un 4-3-3 a trazione totalmente offensiva. Il tecnico bianconero si affiderà a Cuadrado e Alex Sandro nella veste di terzini, con l’esterno colombiano pronto a essere avanzato nella linea dei trequartisti in caso di inserimento di Danilo nella linea dei difensori. Al centro della difesa ci sarà spazio per De Ligt e Chiellini con Bonucci prima alternativa. Non è escluso che Allegri possa utilizzare il 3-5-2 per non escludere uno dei tre difensori, puntando con forte decisione anche su questa variante tattica.

Il nuovo modulo della Juventus dipenderà anche dalle prossime e imminenti strategie di mercato. Allegri potrebbe puntare il dito su un nuovo centrocampista abile nel dettare i tempi della manovra, ma letale anche nell’attaccare gli spazi e la profondità. Grossi passi avanti nell’affare Locatelli, la trattativa potrebbe decollare ufficialmente nel corso delle prossime ore.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Allegri Juve
Allegri (getty Images)

Il nuovo modulo della Juventus: doppia ipotesi e il piano cessioni

L’arrivo di Locatelli potrebbe essere finanziato da una cessione illustre. In attesa di conoscere ufficialmente il futuro di Cristiano Ronaldo, la Juventus potrebbe decidere di sacrificare Demiral di fronte a un’offerta da 40 milioni di euro. I bianconeri potrebbe rinvestire il ricavato su un altro difensore giovane, il quale potrebbe accettare la panchina con maggiore serenità rispetto a Demiral.

LEGGI ANCHE >>> Il sacrificio di Miralem Pjanic pur di tornare alla Juventus

Il centrale turco, inoltre, non sembrerebbe rispecchiare il profilo ideale per il 4-3-3, 4-2-3-1 o 3-5-2 di Allegri. Ecco perchè Demiral potrebbe essere sacrificato insieme a uno tra Ramsey e Rabiot, altri due profili non totalmente in linea con le idee tattiche di Allegri.